Union ArzignanoChiampo: Tonani firma la vittoria nel derby con l’Altovicentino

Derby

Un gol di Tonani e sorpasso effettuato. Derby pesante, come il campo del Dal Molin, ma non privo di emozioni per i giallocelesti che escono dal campo col lungo applauso del numeroso pubblico di fede ArzignanoChiampo.

Una vittoria pesante, la seconda nel giro di pochi giorni che da fiato e ossigeno ad una classifica che si fa meno amara al momento. Alla fine sorrisi e applausi per mister Beggio che ferma tutti i suoi ragazzi per ringraziare i tifosi amici nello stile islandese. Un finale top per un derby vinto con merito.

ARZIGNANOCHIAMPO-ALTOVICENTINO 1-0

ARZIGNANOCHIAMPO: Kerezovic, Romio (25′ st Scanagatta), Vanzo, Maldonado, Biasi (36′ st Antinori), Bertoldi, Roveretto, Bortoli (20′ st Sandrini), Tonani, Grbac, Toso. All. Beggio.

A disposizione: Salsano, Odogwu, Santuari, Favre, Mezzina, Tirapelle.

ALTOVICENTINO: Bazzucchi, Zossi (18′ st Andreetto), Bagaglini, Yarboye, Kicaj, De Masi, Gregora, Caporali, Trinchieri, Melchiori, Incantasciato (1′ st Dalla Bernardina). All. Pagan.

A disposizione: D’Avino, Talin, Pettinà, Forte, Ndiaje.

ARBITRO: Monaldi di Macerata.

RETI: pt 13′ Tonani (AC).

NOTE: ammoniti Kerezovic, Toso, Tonani e Bortoli (AC); Melchiori e Bagaglini (AV). Angoli 2 (AC), 7 (AV). Recuperi 1′, 5′. Spettatori 500 circa.

La cronaca del match

Inizio di studio su un campo in pessimo stato specie sulla corsia laterale che sta sotto alla tribuna del Dal Molin dove i giocatori faticano a stare in equilibrio. Nei primi dieci minuti nessun problema per i due portieri, spettatori aggiunti alla gara. Al 13′ il primo sussulto che spezza l’equilibrio iniziale con Grbac che lancia al contagiri Tonani, il nove giallo celeste entra in area finta su Bagaglini che resta immobile e di giustezza mette dentro sul secondo palo un rasoterra perfetto. Due minuti dopo palla d’oro sul destro di Rovereto che calibra la conclusione, ma complice anche il fondo pesante del terreno di gioco spara abbondantemente a lato divorandosi una ghiottissima occasione.

Al 22′ sugli sviluppi di un corner Romio dal limite spara un destro potente verso lo specchio che trova però la testa di Roveretto sulla sua traiettoria, palla che prende un altro giro e vola alta sopra la traversa. Sul capovolgimento di fronte arriva il primo vero tiro dei ragazzi di Pagan con De Masi che ci prova dal limite ma pecca di mira, Kerezovic osserva la palla uscire. ArzignanoChiampo in palla e vicino ancora al raddoppio al 26′ con Tonani che calcia dal limite una palla sporca servbita di testa da Roveretto, ottimo il recupero che da il la all’azione di Maldonado. Al 39′ l’ex Trinchieri prova un tiro da centro campo, spiovento che viaggia veloce ma non beffa Kerezovic che blocca sicuro un metro avanti la riga di porta. Poi poco o nulla fino al duplice fischio che manda i ragazzi negli spogliatoi.

Ad inizio ripresa out Incantasciato e dentro Dalla Bernardina con mister Pagan che cerca di dare subito la scossa ai suoi. Il primo tiro della seconda tempo è do Melchiori che spara alto. Al 12′ sussulto di Bertoldi sulla corsia sinistra, il terzino gialloceleste va fino in fondo e mette dentro una palla che Roveretto per un nulla non riesce ad aggiustare in rete vanificando una buona occasione per i padroni di casa. Al 15′ un sinistro preciso di Rovereto fa la barba al palo su regalo di Bazzucchi che sbaglia l’ennesimo rinvio. Spinge forte la squadra di Beggio che ha un’altra occasione con Bertoldi che da appena dentro l’area scarica la sua forza sul sinistro bloccato in due tempi dal portiere ospite.

Al 28′ numero di Tonani in area, il nove gialloceleste stoppa la sfera e si gira facendo perno su Bagaglini, tiro sporcato dal difensore che salva i suoi da un raddoppio praticamente fatto. Kerezovic in palla fa buona guardia e si guadagna un fallo sugli sviluppi di un corner che da respiro ai suoi. Lo spettacolo scema minuto dopo minuto per colpa del campo, la difesa gialloceleste regge bene anche con qualche affanno grazie anche all’Altovicentino che non riesce a creare pericoli seri alla porta di Kerezovic. Al 48′ contropiede sprecato dai padroni di casa con Grbac che non calibra bene il cross, la stanchezza si fa sentire col pubblico di casa che freme in attesa del triplice fischio finale. Poi arriva la finale ed esplode la meritata

 

 

 

 

Ufficio Stampa ArzignanoChiampo

Redazione web 30/01/2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *