Babel

È una settimana che sono lì lì per decidere il post… Ma sono anche 2 settimane che ascolto in loop i Mumford & Sons e quindi chi meglio di loro posso conoscere in questi giorni?


La band inglese non ha certo bisogno di presentazioni, o almeno così penso, dato che proprio in questo momento su Spotify ha circa 1.777.576, che con me fanno 1.777.577, followers.
Per tornare a noi, oggi vi propongo “Babel”, la canzone che dà il nome all’album e che come tutto l’album ha chitarra, banjo, mandolino, batteria e voce – e non una voce normale ma una signora voce. Unendo tutti gli strumenti si ha come l’impressione di essere tornati alle radici, al folk che non siamo più abituati a sentire e che i Mumford & Sons hanno riesumato e suonano con la passione di un tempo. Preparatevi quindi a fare un salto indietro nel tempo per poi tornare avanti perché la band è viva e solca i palchi. In questo momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *