Iscriviti ad “Open factory”, con Medio Chiampo viaggio alla scoperta della nostra acqua

Anche Medio Chiampo è tra le aziende che partecipano a Open Factory, un importante evento a livello nazionale che vede imprese di diversi settori aprire le porte al grande pubblico e raccontare la propria storia e il proprio lavoro.

L’appuntamento con questo interessante momento di cultura industriale e manifatturiera è domenica 24 novembre.

Medio Chiampo ha scelto di organizzare per il proprio pubblico un tour a tappe, un viaggio alla scoperta della nostra acqua, da come arriva l’acqua potabile nelle nostre case ai trattamenti che l’acqua usata prima di poter essere immessa nuovamente in natura, dalle innovazioni a tutela dell’ambiente alle iniziative per garantire ai cittadini la migliore qualità dell’acqua.

Questo in sintesi il programma.

Il punto di partenza è a Montebello, vicino alla sede amministrativa di Medio Chiampo. La visita vera e propria parte però da una conceria, la Gea di Zermeghedo, una delle utenze industriali servite da Medio Chiampo. I visitatori potranno così conoscere le ragioni che hanno portato alla nascita della società ed entrare nel vivo del contesto territoriale in cui opera.

La seconda tappa è a Selva di Montebello per  parlare di rete acquedottistica, qualità dell’acqua, analisi e sistemi di filtraggio.

Da qui ci si trasferirà all’impianto di depurazione, in località Fracanzana a Montebello. La visita si articolerà in tre momenti principali:

  • illustrazione del ciclo di lavorazione, degli aggiornamenti tecnologici e strutturali realizzati negli ultimi anni, breve presentazione del master plan che ridisegnerà l’area.
  • presentazione dell’impianto pilota per testare nuove tecnologie
  • spiegazione dell’innovativo impianto di abbattimento dell’idrogeno solforato frutto di una lunga sperimentazione finalizzata all’abbattimento degli odori

Il programma si conclude con la visita a un’altra utenza di Medio Chiampo, la cantina sociale Vitevis di Gambellara, dove avrete anche la possibilità di gustare un piccolo rinfresco. Anche nel caso della viticoltura, così come della concia, l’acqua è un elemento indispensabile. La cantina sociale di Gambellara rappresenta un’attività storica e un’eccellenza del territorio. Qui i visitatori potranno scoprire le origini vulcaniche delle nostre colline e come questo si riflette nel sapore unico dei suoi vini.

La partecipazione è gratuita. Vi aspettiamo!

Registrati all’evento

Redazione web

14/11/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *