Maturità: il voto medio non supera la sufficienza

esame_stato_r439_thumb400x275

Il voto alla Maturità? quello medio non supera la sufficienza, si aggira tra il 61 e il 70, e i voti più alti (tra 71 e 80) vengono assegnati agli studenti dei licei. E’ quanto emerge da una ricognizione fatta da Skuola.net sui voti registrati negli ultimi anni all’Esame di stato. Le fasce più alte di votazione sono le meno frequentate. Il 100 e lode, insomma, è roba per pochi: voto finale dello 0,7% di tutti i maturati del 2013. Quanto al picco di lodi, al gradino più alto del podio si piazza la Puglia, mentre la Valle d’Aosta non ne ha registrata neanche una.

Alla maturità, i prof assegnano per lo più voti finali compresi tra il 61 e il 70. Nel 2013, sono stati 1 su 3 circa di media, e così anche nel 2012. Sono soprattutto i ragazzi degli istituti tecnici, professionali e dei licei artistici a puntare alla sufficienza, con picchi nei professionali addirittura del 37%. La percentuale di chi rientra nella fascia di voto tra il 71 e l’80 è pari a poco più del 28% circa complessivo mentre uno studente su 10 ha festeggiato la promozione in corner registrando un pieno 60.

Le fasce più alte di votazione, dall’81 in su, sono quelle meno frequentate dai maturati degli anni scorsi. Tuttavia, nei licei si assiste a uno slancio in avanti nella classifica. I liceali infatti ottengono alla maturità per lo più votazioni tra il 71 e l’80 e sono loro a essere i più bravi della classe ottenendo più degli altri punteggi eccellenti tra l’81 e il 90 (più del 21%), tra il 91 e il 99 (8% circa) e tra il 100 e il 100 e lode (quasi il 9%). A conferma di questo, la fascia della sufficienza vede nei ragazzi dei licei i meno rappresentati (24% circa).

Il 100 e lode è appannaggio di pochissimi maturati del 2013: solo lo 0,7% dei ragazzi che hanno sostenuto l’esame di Stato l’anno scorso sono riusciti a strappare l’unanimità dalla commissione e ricevere l’agognata lode. E’ ancora il liceo a guadagnarsi il picco: 1,7% la percentuale degli eccellenti, mentre il fanalino di coda sono i professionali, dove solo lo 0,1% degli studenti è riuscito a ottenere il punteggio più alto.

 

 

 

ansa.it

Redazione web 16-05-2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *