Montecchio: Conferenza pubblica sul significato profondo delle relazioni

Giovedì 9 maggio alle 20,30 la Sala Civica Corte delle Filande ospita la conferenza pubblica “Le relazioni sono strumenti per la nostra evoluzione”, dedicata alla consapevolezza del significato profondo delle relazioni.

Relatrice dell’incontro pubblico, promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità, è l’operatrice olistica Monica Tonin, che guiderà il pubblico alla scoperta delle vibrazioni che dall’esterno si riverberano su di noi, si rivelano necessarie per la nostra armonia mente-corpo-emozioni ed esattamente come dei diapason ci aiutano a sintonizzarci con la nostra parte più vera.

“Renderci conto di quanto aiuto ci donano e ci hanno donato inconsapevolmente le persone della nostra vita – spiega la relatrice -, amplia il nostro sguardo sul vissuto per una visione più saggia e una maggior disponibilità a smussare vecchie diatribe, riconoscendone l’importanza per portare qualità alla nostra vita. Rispettare i ruoli in un ordine genealogico di una famiglia o di una comunità, favorisce l’armonia di ogni singolo individuo e della comunità stessa. Tutto ha un senso e la perfezione non è nel rendere tutto perfetto, ma nel considerare perfetto ciò che abbiamo. Riconoscere nell’altro uno specchio e grazie allo specchio comprenderci per amarci, ci rende infinitamente grati dell’opportunità che ogni relazione ci ha donato, ci dona e ci donerà. Più ci conosciamo, più la nostra vita sarà contornata da gioia e il mezzo per fare questi passaggi di evoluzione nell’approfondimento di noi sono appunto le relazioni. La vita in relazione con gli altri è paragonabile ad un insieme di strumenti che hanno la necessità di essere accordati grazie alle varie esperienze della nostra esistenza. C’è forse qualche tromba che se ne va, c’è invece un nuovo flauto che arriva e rimane. Da tutti indistintamente, noi abbiamo ricevuto parte degli spartiti per suonare armoniosamente la nostra musica. Sintonizzarci con la nostra vibrazione e con la nostra musica, ci farà sentire parte di una grande orchestra che è la nostra vita”.

Redazione web

7/05/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *