Montecchio Maggiore: campionato nazionale di Baskin

Baskin

Baskin, lo sport che fa rima con inclusione: Montecchio Maggiore ospiterà i Campionati Nazionali 2017.

Montecchio Maggiore, Città Europea dello Sport, nel 2017 si appresta a vivere un altro grande evento di caratura nazionale, il Campionato italiano di Baskin, che andrà in scena dal 26 al 28 maggio al Palacollodi e al Polisportivo “G. Cosaro” e che vedrà la partecipazione di circa 200 atleti da tutta Italia.

L’evento è stato presentato questa mattina al Castello di Giulietta: presenti il sindaco Milena Cecchetto, il vicesindaco e assessore allo sport Gianluca Peripoli, gli ideatori del Baskin Fausto Capellini (Presidente del Comitato per il Campionato Nazionale) e Antonio Bodini (Presidente dell’Associazione Baskin Cremona), la Presidente dell’Associazione Baskin Karibu di Montecchio Maggiore Chiara Lobbia, i referenti per le associazioni Baskin del Veneto Sira Miola e Daniele Bordignon, il delegato per la provincia di Vicenza del Comitato Italiano Paralimpico Enrico Agosti, il vicepresidente del CSI di Vicenza Enrico Mastella, Marco Meletti del Panathlon Vicenza e la dirigente dell’Istituto “Ceccato” di Montecchio Maggiore Antonella Sperotto, in quanto rappresentante della scuola capofila del progetto per la diffusione del Baskin.

Ma cos’è il Baskin? Come si legge sul sito del Baskin Cremona, città in cui è nato, è una nuova attività sportiva che si ispira al basket ma ha caratteristiche particolari ed innovative. Questo nuovo sport è stato infatti pensato per permettere a giovani normodotati e giovani disabili di giocare nella stessa squadra (composta sia da ragazzi che da ragazze). In effetti, il baskin permette la partecipazione attiva di giocatori con qualsiasi tipo di disabilità (fisica e/o mentale) che consenta il tiro in un canestro. Attraverso 10 regole, l’uso di più canestri (due normali e due laterali più bassi) e la possibilità di sostituzione della palla normale con una di dimensione e peso diversi, si mette in discussione la rigida struttura degli sport ufficiali e questa proposta, effettuata principalmente nella scuola, diventa un laboratorio di società e di inclusione.

E Montecchio Maggiore può a pieno titolo considerarsi una delle culle di questa nuova disciplina, perché ospita la squadra dei Karibu (una delle cinque nel Vicentino) e perché l’Istituto “Ceccato” è scuola capofila del progetto per l’inserimento del Baskin tra le attività disciplinari.

“È un onore per noi ospitare questa manifestazione nazionale all’insegna dell’inclusione sportiva e sociale – commenta il sindaco Milena Cecchetto -. Il Baskin è un esempio lampante di come la scuola e lo sport possano essere sempre di più un motore di aggregazione per i nostri ragazzi”

“Il Baskin – sottolinea il vicesindaco e assessore allo sport Gianluca Peripoli – è un movimento in forte espansione, che vede nella nostra città un centro propulsore. Per questo ringraziamo gli organizzatori per aver scelto Montecchio Maggiore, che saprà accogliere nel migliore dei modi gli atleti provenienti da tutta Italia”.

Impossibilitati ad essere presenti alla conferenza stampa per impegni istituzionali, hanno inviato il loro messaggio anche gli assessori regionali ai servizi sociali Manuela Lanzarin e allo sport Cristiano Corazzari.

“Desidero esprimere il mio grande apprezzamento per la diffusione di questo nuovo sport, una variante del basket, pensato per consentire a giovani normodotati e giovani disabili di giocare e divertirsi assieme nella stessa squadra – afferma l’assessore regionale Manuela Lanzarin -. Il baskin, infatti, permette la partecipazione attiva di giocatori con qualsiasi tipo di disabilità (fisica e/o mentale) che consenta il tiro a canestro, diventando così valore sociale, esempio concreto di integrazione attraverso lo sport e laboratorio di società inclusiva ‘sul campo’”

“Un plauso a tutte le realtà coinvolte nell’organizzazione e all’Amministrazione comunale di Montecchio Maggiore – afferma invece l’assessore regionale Cristiano Corazzari – che anche questa volta si è dimostrata attenta ai valori dello sport per tutti. In tutta la nostra regione il bhaskin è uno sport in costante crescita, grazie soprattutto alle innumerevoli associazioni che contraddistinguono il Veneto. La Regione è vicina a queste iniziative sportive di inclusione e quindi saluta con grande entusiasmo il campionato nazionale che si svolgerà a Montecchio Maggiore”.

Saranno 8 le squadre che si sfideranno nel Campionato Nazionale in scena a Montecchio Maggiore e cioè le vincenti degli 8 campionati regionali cui partecipano circa 80 squadre. Le partite dei due gironi all’italiana si svolgeranno al Palacollodi e al Polisportivo “Cosaro” il venerdì alle 16 e alle 17,30 e il sabato alle 9,30, alle 11, alle 15,30 e alle 17. Sempre sabato, alle 20, è prevista la serata di gara. Le finali di domenica 28 maggio per il 3° e 4° posto (ore 9,30) e per il 1° e 2° posto (ore 11) si terranno al Polisportivo, che alle 12,30 ospiterà le premiazioni.

 

 

 

 

Comune di Montecchio Maggiore

Redazione web 16/12/2016

Una risposta a “Montecchio Maggiore: campionato nazionale di Baskin

  1. Pingback: Selezione News n. 390 - DisabiliDOC.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *