Montecchio: Raccolta alimentare “Aiutiamo-Ci”, in sei anni 700 quintali di alimenti per le famiglie bisognose

Anche la tredicesima raccolta alimentare “Aiutiamo-Ci” ha confermato la media della quantità di cibo donato delle scorse edizioni.

Il 19 ottobre, nei supermercati Interspar, Alì, Tosano e Dado (ex G.B. Ramonda), i cittadini hanno devoluto 50 quintali di alimenti, che ora saranno distribuiti tra i cittadini di Montecchio Maggiore che si trovano in situazioni di disagio economico e che per tale motivo sono stati segnalati ai Servizi Sociali o alle parrocchie. Si tratta di un servizio aggiuntivo rispetto al banco alimentare nazionale, con la particolarità che tutto il materiale raccolto sarà appunto destinato esclusivamente a famiglie di Montecchio Maggiore.
Protagonisti non solo i generosi cittadini e i supermercati aderenti, ma anche le decine di volontari coinvolti tra Energia & Sorrisi, Gruppo Solidarietà, San Vincenzo, Alpini Alte Ceccato, Scout CNGEI, Parrocchia di San Paolo, Lions e singoli cittadini.
Sommati a quelli delle precedenti edizioni, in sei anni sono circa 700 i quintali di alimenti distribuiti tra i cittadini montecchiani bisognosi.

“Grazie veramente a tutti – afferma il sindaco Gianfranco Trapula –, è l’ennesima prova della generosità che contraddistingue i montecchiani. Il successo di questa edizione non fa altro che confermarlo”.
“I nostri uffici ora si attiveranno per consegnare gli alimenti alle famiglie bisognose – spiega l’assessore al sociale Maria Paola Stocchero –, che spesso possono essere i nostri vicini di casa. È veramente un aiuto ai più prossimi a noi”.
“Voglio sottolineare l’entusiasmo con cui ogni volta i volontari affrontano questa iniziativa – afferma la consigliera comunale Anna Savegnago, in prima linea nell’organizzazione -. Il loro è un aiuto prezioso, che si rinnova con grandi numeri di anno in anno”.

Redazione web

6/11/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *