Montorso: in Villa Da Porto per parlare di memoria nella terza età

Venerdì 6 settembre ANAP, l’Associazione dei pensionati di Confartigianato Vicenza, con il Comune di Montorso Vicentino, la Pro Loco di Montorso e A.M.A. Ovest Vicentino ha organizzato in Villa Da Porto un incontro dal titolo “COL PASSAR DEGLI ANNI CI CAPITA DI DIMENTICARE? NIENTE PAURA!” che ha avuto come tema principale la memoria nella terza età. 

Severino Pellizzari, presidente ANAP Vicenza, afferma: “Vi è nell’opinione pubblica una grande confusione: da un lato molti sottovalutano ancora il problema del decadimento attribuendo alla vecchiaia quei cambiamenti che, invece, dovrebbero allarmare perché espressione di malattia. Dall’altro, alcuni tendono a sopravvalutare il problema: cresce infatti nella popolazione il timore di andare incontro alla demenza, confondendo il normale indebolimento di alcune funzioni mentali con i sintomi propri di questa malattia.
Quest’incontro è nato dal bisogno di informare su come attrezzarci con il passar degli anni. Non tutti invecchiamo allo stesso modo: in alcuni casi, infatti, con l’avanzare dell’età possono comparire disturbi intellettivi (di linguaggio, memoria, orientamento) e di comportamento di gravità tale da determinare la perdita di autonomia anche negli atti più semplici della vita quotidiana. E’ per noi importante informarci su cosa può succedere e soprattutto come prevenire possibili malattie. E’ pure importante sapere che possiamo attivarci per mantenerci quanto più possibile in salute: con l’aiuto di esperti, vogliamo come associazione dei Pensionati dare il nostro apporto per fare prevenzione attraverso l’informazione.”

Claudia Nicoletti e Aldo Pasqualotto, consiglieri ANAP del mandamento di Arzignano e Montecchio Maggiore sottolineano la necessità di fare cultura della salute collaborando con le realtà del territorio: “Corretti stili di vita aiutano a invecchiare bene. E lo vogliamo fare coinvolgendo le tante risorse del territorio, come l’Associazione dei familiari di Malati di Alzheimer: crediamo che insieme possiamo fare molto, ciascuno dando il proprio contributo per contribuire a favorire una cultura del ben-essere. Per questo abbiamo creduto e siamo parte attiva nel progetto “Arzignano Dementia Friendly”.

Stefania Cerasoli, avvocato vicentino con esperienza in tematiche etico-legali legate all’assistenza alle persone in condizioni di fragilità, disabili e non autosufficienti, conclude: “Il decadimento delle forze cognitive ha molte conseguenze sulla gestione della vita quotidiana delle persone, non solo di tipo sanitario, ma anche implicazioni di tipo psicologico, sociale finanziario e legale. Per non incorrere in problemi finanziari o legali è bene che si pensi per tempo come regolare eventuali questioni personali affidandosi anche all’aiuto di esperti.”

Redazione Web

12/09/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *