Montorso: Un murale al campo sportivo, opera di due artiste studentesse

Due studentesse mettono a disposizione il loro tempo libero e creano un’opera d’arte, restituendo allo stesso tempo uno spazio alla collettività.

Protagoniste del progetto sono state Elisa Gaiola ed Eleonora Ceresato, che nei mesi estivi hanno realizzato un murale alla base della scalinata del campo sportivo di Montorso Vicentino.
Le due giovani, che all’inizio di questa avventura frequentavano l’Istituto Boscardin di Vicenza e oggi sono universitarie, hanno proposto il loro progetto all’Amministrazione comunale dopo che Elisa Gaiola, con un altro gruppo di ragazzi, aveva partecipato alle decorazioni del parco dell’ex scuola di Ponte Cocco: “Quella esperienza era stata molto positiva – spiega – e, una volta saputo che c’era la possibilità di abbellire la scalinata, ci siamo proposte, ottenendo il via libera del Comune che, come unica indicazione legata al luogo, ci ha chiesto di fare un disegno legato allo sport”.
“Nonostante avessimo già fatto un’esperienza simile con la scuola – aggiunge Elisabetta Ceresato – questa è stata diversa, perché abbiamo dovuto gestirci da sole. È stato molto istruttivo e divertente, soprattutto la parte iniziale di progettazione e brainstorming”.
Il risultato è un murale che rappresenta una ragazza immersa in un sogno sui vari sport praticati a Montorso e la stessa ragazza che, accompagnata dal suo cane, sembra avviarsi verso lo sport prescelto.
“Le ringraziamo vivamente – commenta il sindaco Diego Zaffari – perché hanno dato un tocco di vivacità alla zona del campo sportivo e soprattutto perché quella scalinata veniva costantemente imbrattata da scritte e disegni a volte anche volgari”.
“Invitiamo altri giovani a farsi avanti – afferma il vicesindaco e assessore alle politiche giovanili Annalisa Zordan – perché abbiamo in mente altri spazi da affidare alla loro arte e fantasia. Ad esempio sono a disposizione gli archi di via Bendinelli sottostanti l’ingresso carrabile del Municipio. Basta contattare il Comune per verificare insieme se i progetti proposti siano o meno realizzabili”.

Redazione web

8/11/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *