C come cane

 photo 11958_zpsc88d0dc7.jpg

Il cane è l’animale da compagnia più numeroso nelle case degli italiani, subito dopo il gatto. Ma a differenza di quest’ultimo è anche un compagno di vita che segue l’uomo nella sua quotidianità, quando passeggia così come nelle consuete relazioni sociali. Lo sa bene chi ha un amico possessore di cane e si trova spesso a fare i conti anche con la bestiola.

Ecco allora che il cane avrà bisogno di un minimo di socializzazione e quindi di imparare le elementari regole della convivenza. Per sua fortuna, non si siederà al tavolo con gli umani! Almeno si spera. Quindi gli sarà fatta grazia delle regole del buon commensale ma bisognerà insegnargli a non elemosinare cibo da sotto il tavolo, a non ululare se non gli viene riservato un ruolo di primo piano. Inoltre è bene che impari fin da subito a non seminare i suoi umori in ogni dove per indicare il suo passaggio. Dovrà imparare a stare al fianco del suo padrone, seduto o disteso, aspettando i suoi comandi. Magari una regolare pulizia e una quotidiana spazzolata lo renderanno anche più gradevole all’olfatto. In pratica, se si decide di convivere con un cane, è bene sapere che non tutti hanno la stessa propensione e quindi non lo si può imporre agli altri. Prima di “portarlo in società”, sarà invece fondamentale insegnargli un minimo di regole sociali. Non occorre ricorrere al bon ton canino, ma almeno ai principi dettati dal buon senso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *