O come ospite

invitare-ospiti-a-casa6 

Per chi ha amici ospitali, sempre pronti ad aprire la propria casa proponendo qualche giorno di vacanza, ricordate che esistono delle elementari regole per non diventare un “insetto parassita” di cui non si vede l’ora di liberarsi.

Innanzitutto, dare meno disturbo possibile. Comunicare l’orario del proprio arrivo evitando le ore dei pasti, quando tutti sono a tavola o, peggio, costringendo i padroni di casa a ritardare pranzo o cena.

Non presentatevi a mani vuote. Non è necessario esagerare, basta un pensiero come gesto di cortesia da consegnare alla famiglia riunita dopo che avrete preso possesso della camera.

Se avete un bagno in comune, non occupatelo con i vostri oggetti personali che terrete in camera, stanza che provvederete a tenere in ordine. Evitate malumori e non imponete le vostre abitudini a chi vi ha messo a disposizione la propria casa. E soprattutto, se i vostri ospiti vi chiedono di rimanere, ringraziate ma sappiate che c’è un limite all’ospitalità. Meglio un soggiorno breve e piacevole, con la possibilità di tornare, piuttosto che lasciare l’impressione di aver approfittato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *