“Valentine’s day” di David Bowie

Come ben sapete scriverò di canzoni che, diciamo così, non amo.
Come ben sapete, non ho una buona autoradio ma ahimè devo ascoltare anch’io qualcosa e il male minore cari ragazzi è Virgin Radio.
Come ben sapete, Virgin radio ha il brutto vizietto di mettere in loop diverse cose, la prima delle quali è Emanuel Milano, questo giornalista che parla di sport con una voce non troppo adatta alla mia salute, perché se me lo permettete ha un effetto quasi lassativo, la seconda, mandata in loop per circa due mesi, è “Valentine’s day” di David Bowie.

Allora… Signori e signore, non direi mai qualcosa contro David Bowie per il suo passato, ma per il presente chiedo pietà al Signore da parte sua.
Sì, lo so, i grandi del rock si sono inchinati un’altra volta davanti alla star per l’ultimo album, quindi sarebbe meglio se stessi zitto.
Ma vi giuro che questo singolo non riesco a ingurgitarlo, sarà quel giretto iniziale, sarà che continua a tirare la nota su valentiiiiiiiiiiiiine, ma questo pezzo mi fa dire: “David nun te reggae più”.

Cari follower vi invito quindi (se per caso l’avete inserita) a rimuovere dalla playlist personale questa canzone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *