Strade, scuola dell’infanzia e chiesa a Montorso: i cantieri dei mesi estivi in paese

Montorso Vicentino sta vivendo un’estate all’insegna dei lavori progettati dall’Amministrazione comunale per garantire una migliore efficienza di servizi ed infrastrutture.


“Si tratta di lavori di varia natura – spiega il sindaco Diego Zaffari -, che vanno dalle scuole alle strade, fino alla chiesa parrocchiale. Alcuni potrebbero sembrare di piccole proporzioni, ma sono in realtà molto importanti per le famiglie che vivono nelle zone in cui sono stati eseguiti”.

Le asfaltature.

Nel mese di luglio sono state ultimate le asfaltature in alcuni di tratti delle vie Tadiotti, Tovi, Vallegrande, Trento e Cristofari. La spesa totale è stata di 60.000 euro, di cui 50.000 stanziati dal Ministero dell’Interno. Nel prossimo autunno gli interventi saranno completati con la segnaletica orizzontale.

Il miglioramento sismico della scuola dell’infanzia.

Si avvia verso la fase conclusiva il terzo stralcio del miglioramento sismico della scuola dell’infanzia parrocchiale “Caduti di guerra ’15-‘18”. Dopo il primo stralcio che ha riguardato la messa in sicurezza dei soffitti e il secondo dedicato al trattamento delle pareti interne, quest’ultimo stralcio riguarda il perimetro esterno dell’edificio.
È stato rimosso l’intonaco esistente ed è stata applicata una rete che ha lo scopo di tenere maggiormente unita e quindi più compatta la muratura. Successivamente è stato applicato un nuovo intonaco ad alta resistenza. Si procederà infine alla tinteggiatura, con l’obiettivo di rimuovere il cantiere sul lato del cortile entro l’inizio del nuovo anno scolastico. I lavori sul lato che dà su via Bendinelli procederanno invece per alcuni ulteriori giorni: la strada rimarrà quindi chiusa al traffico fino a lavori ultimati.
L’importo di quest’ultimo stralcio ammonta a 130.000 euro, mentre la spesa complessiva è stata di circa 250.000 euro.

Il rifacimento del sagrato della chiesa parrocchiale.

Dopo ferragosto sarà completato l’intervento di rifacimento della parte più esterna del sagrato della chiesa parrocchiale, che presentava segni di cedimenti dei sottofondi dovuti ad infiltrazioni dell’acqua piovana. I lavori hanno riguardato un’area di proprietà comunale di circa 100 metri quadri. Dopo aver rimosso la pavimentazione e i sottofondi esistenti, sono stati completamente rifatti la rete di scolo delle acque meteoriche, i sottofondi e il massetto. La prossima e conclusiva fase riguarderà la posa della nuova pavimentazione, in continuità con quella presente nel resto del sagrato.
La spesa sostenuta dal Comune ammonta a 30.000 euro.

La cementazione della strada sterrata di via Motti.

Per far fronte ai dissesti e alle buche che si creavano in caso di piogge abbondanti, il Comune ha deciso di procedere alla posa di un fondo in calcestruzzo anche nel tratto intermedio di circa 30 metri della vecchia strada comunale sterrata di via Motti che conduce alla contrada Ferrari. Un primo tratto di cemento era stato posato dopo le frane del 2014, quando la strada sterrata era rimasta l’unica via di accesso alla contrada. Il costo di quest’ultimo intervento si aggira sui 7.000 euro.

Redazione web

9/08/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *