Sovizzo: cineforum 2017, rassegna «Vieni, Vedi, Vivi»

«Vieni, Vedi, Vivi»

Appuntamento al cinema nella Biblioteca civica di Sovizzo, con la rassegna ​ ​«Vieni, Vedi, Vivi».

Tre registri italiani dei nostri tempi, per tre film che sono un inno alla vita. È la proposta del Comune di Sovizzo: «Vieni, Vedi, Vivi», una rassegna che inizierà oggi, ​giovedì 23 febbraio,​ alla Biblioteca comunale di via IV novembre (tutte le proiezioni inizieranno alle 20,30, ingresso libero).

Il primo appuntamento è questa sera con «​Still Life​», film premiato alla 70esima mostra del cinema di Venezia, con il riconoscimento per la migliore regia nella sezione «Orizzonti». Protagonista della pellicola, girata dal regista romano Uberto Pasolini e ambientata in Inghilterra, è John May, grigio impiegato comunale che ha lo spiacevole compito di rintracciare i parenti più prossimi delle persone che muoiono in totale solitudine. Il suo incarico, però, è arrivato alla fine: l’ufficio per cui lavora sarà soppresso in seguito a dei tagli decisi dall’amministrazione. May, però, si incaponisce per portare a termine il suo ultimo caso, ritrovando, inaspettatamente, la gioia di vivere.

Giovedì 30 marzo ​tocca a ​«Terraferma»​, di Emanuele Crialese, che vanta diverse nomination al David di Donatello e che ha rappresentato l’Italia nella selezione per l’Oscar al miglior film straniero. L’ambientazione, com’è tipico del cineasta siciliano, è tipicamente mediterranea: in un’isola senza nome, in cui è facile riconoscere Lampedusa, il vecchio Ernesto e suo nipote Filippo tirano avanti facendo i pescatori: un giorno si imbattono nei resti di una barca distrutta. Sarà l’inizio di una serie di avvenimenti che porterà entrambi a misurarsi con uno dei drammi dei nostri tempi: i viaggi della speranza che partono dalle coste della Libia.

L’ultima proiezione della serie si terrà ​giovedì 27 aprile:​ sullo schermo «L​ ‘intrepido​» di Gianni Amelio. Mattatore, Antonio Albanese, che interpreta fuori dall’ordinario: un individuo che, davanti alle difficoltà economiche non si è perso d’animo e accetta di fare ogni tipo di lavoro, compreso il «sostituto» diprofessione. Nonostante la sua vita, vista con lo spietato sguardo di un esterno, possa essere considerata un fallimento, l’«intrepido» trova una ragione di continuare nel rapporto con il figlio, un essere fragile almeno quanto il padre.

Il ciclo «Vieni, Vedi, Vivi» rientra nell’iniziativa «Il paese dei libri»: un progetto culturale ideato dall’assessorato alla Cultura e dalla Biblioteca Civica di Sovizzo, e giunto all’undicesima edizione. Lo scopo è quello di promuovere la lettura partendo, naturalmente, dai libri, senza tralasciare escursioni in altre espressioni artistiche, tra cui, per l’appunto, la cinematografia.

 

 

Comune di Sovizzo

Redazione web 23/02/2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *