Brendola: “Festa degli alberi”, l’omaggio alla natura nel ricordo del piccolo Geremia

festaalberi11

Si è svolta questa mattina a Brendola l’edizione primaverile della tradizionale Festa degli Alberi, appuntamento consolidato per insegnare ai bambini il rispetto della natura e l’importanza delle piante nella vita di tutti i giorni.

Ogni anno il Comune finanzia il progetto, che prevede due appuntamenti: uno a inizio anno scolastico rivolto alle classi prime della primaria, e uno in primavera, aperto alle classi quarte. L’iniziativa è promossa dall’Istituto comprensivo “Galilei” e realizzata in collaborazione con la cooperativa Ecotopia di Schio. Di fronte agli operatori della cooperativa, 73 bambini delle quattro quarte della primaria “Boscardin” hanno dunque assistito a una speciale lezione all’aperto fatta di attività e giochi per diventare dei veri amici delle piante. A ciascuno di loro, al termine della giornata è stata consegnata una piccola piantina autoctona da piantare a casa per mettere subito in pratica la lezione assieme a mamma e papà.

Nel corso della mattinata è stato inoltre rivolto un pensiero al piccolo Geremia Bedin, volato in cielo lo scorso aprile dopo un’ischemia fulminante che lo ha portato via a soli 6 anni. Il fratellino Sebastiano, alunno proprio di una delle sezioni di quarta, assieme ai compagni ha consegnato alla terra un giovane esemplare di melograno dedicato proprio a Geremia, che quest’anno lo avrebbe raggiunto a scuola, iscritto alla prima classe. Il melograno è stato scelto come emblema del territorio, ma non solo: pianta autoctona nota fin dall’antichità, è simbolo di unione e protezione, per i tanti semi che compongono un unico frutto. L’albero di Geremia, all’interno del cortile della Boscardin, arriva pochi mesi dopo quello in ricordo di Jacopo Ferraro, l’altro piccolo angelo volato in cielo lo scorso anno, vinto da una rara malattia ad appena 8 anni.

“Queste piante sono un inno alla vita – spiega il sindaco Renato Ceron – e attraverso di loro il ricordo di Geremia e Jacopo rimarrà sempre nei nostri cuori. La natura poi è maestra nell’insegnare l’importanza dei piccoli gesti per imparare l’un l’altro a sostenerci e a farci del bene, anche di fronte alle situazioni difficili che ci mette di fronte la nostra esistenza”.

 

 

 

Comune di Brendola

Redazione web 30-3-2016

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *