Brendola: il Comune rinnova la convenzione con i medici dell’Utap

art_4992_2_medico-di-base

Un servizio medico sempre più a misura di cittadino, con la stessa qualità di assistenza dei grandi poli ambulatoriali del territorio, ma vicino a casa. Il Comune di Brendola ha rinnovato la convenzione con i medici del Centro Socio Sanitario – Utap di via Sarpi. Un accordo ancora di carattere triennale, e che in buona sostanza ricalca i precedenti, ma con importanti novità per una migliore vicinanza al paziente.

Confermato l’organico, con i quattro medici di medicina generale (dott. Giorgio Castegnaro, dott. Giuseppe Visonà, dott.ssa Giovanna Stefani, dott. Vittorio Fantuz), affiancati da un pediatra (dott. Roberto Gallo; a servizio anche due infermieri divisi uno in ambulatorio e l’altro per servizi sul territorio. Con lo staff, al lavoro anche l’assistente sociale del Comune (dott.ssa Eva Corradi) al lavoro per intercettare tutte le problematiche del cittadino che esulano dall’ambito prettamente sanitario. Lo scorso anno sono stati circa 200 i cittadini che attraverso l’Utap hanno richiesto accesso allo sportello, in particolare per la richiesta di sostegno in ambito familiare e nel rapporto con i minori, e per problematiche legate all’anzianità. Il servizio di assistenza sociale attraverso l’Utap rimarrà invariato nei tempi e negli orari attualmente in vigore.

La prima novità riguarda invece il recepimento di una disposizione che arriva direttamente dalla Ulss 5 , per l’estensione dell’orario di apertura al pubblico dell’ambulatorio su una fascia continua di 12 ore. Dal 1° marzo quindi il centro medico di Brendola resterà aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20, con un medico a turno a disposizione per le emergenze anche dalle 8 alle 10 del sabato.

Tale variazione ha imposto una revisione degli orari di ricevimento dei singoli medici (vedi link allegato), adattati alle mutate necessità di risposta all’utenza. Ogni medico garantirà una parte iniziale di servizio ad accesso libero (senza prenotazione) e la seconda invece solo su appuntamento (prenotazioni allo 0444-401317). L’Utap Brendola evidenzia poi che: non saranno più utilizzati per la ricettazione i primi 15 minuti dell’orario di servizio, incombenza che passa alla segreteria, cui ci si potrà rivolgere con foglietto o email (cssbrendola@gmail.com) e con ritiro dopo due giorni lavorativi; la consulenza telefonica sarà garantita solo per serie necessità e non per la ricettazione; eventuali impegnative vanno sempre ritirate anticipatamente rispetto al giorno del prelievo.

L’ultima novità in arrivo è la cassa automatica, di prossima installazione in ambulatorio. Oltre alla possibilità di effettuare i pagamenti dei prelievi, si potranno pagare anche le prestazioni e i ticket per esami e visite all’interno della Ulss 5, anche con bancomat e tessere elettroniche.

“Con i medici – aggiunge il Sindaco Renato Ceron – portiamo avanti una collaborazione che funziona da tempo, e che dà costantemente buoni frutti. L’Utap risponde sempre meglio alle richieste di sostegno sanitario dei cittadini, e in contemporanea va incontro in modo attivo a tutti quei casi che necessitano anche un sostegno da un punto di vista sociale”.

 

 

Comune di Brendola

Redazione web 27-2-2015

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *