Lavori di potenziamento e ammodernamento dell’acquedotto di Gambellara

acquedotto di Gambellara

Si apre in questi giorni il cantiere di Medio Chiampo spa per il progetto di potenziamento dell’acquedotto di Gambellara che porterà alla realizzazione di un’unica rete interconnessa a servizio dell’intero territorio comunale.

L’obiettivo del progetto è quello di garantire una migliore gestione della rete che consenta di rispondere alle esigenze di maggiore portata, in particolare in determinate zone e in certi periodi dell’anno.

Il primo stralcio del progetto prevede il potenziamento del tratto di rete, circa 250 metri, che dal pozzo Mason serve l’abitato di Gambellara. La richiesta di una portata più elevata necessita, infatti, di una condotta di dimensioni maggiori per il tratto dopo il rilancio della centrale di sollevamento.

La chiusura dei lavori del primo stralcio è prevista per luglio dopodiché, trascorsi i tempi tecnici di verifica del funzionamento dell’intervento, si potrà passare alla seconda fase, ovvero all’interconnessione vera e propria tra i pozzi Mason e Ca’ Nova.

L’intero progetto potrà essere concluso solo per l’estate del prossimo anno, ma i benefici del primo stralcio saranno visibili già nei prossimi mesi.

Il costo totale del progetto ammonta a 340 mila euro, 140 mila euro per il primo stralcio e 200 mila per il secondo.

L’ammodernamento dell’acquedotto prevede anche l’installazione, nei punti di snodo principali della rete, di saracinesche di ultima generazione, come già realizzato nel territorio di Montebello Vicentino, per favorire le procedure in caso di emergenze o di lavori ed evitare chiusure totali della rete. I lavori partiranno a maggio e riguarderanno sia l’acquedotto di Gambellara sia quello di Zermeghedo. La spesa per quest’intervento, la cui conclusione è prevista per la fine dell’estate, è di 70 mila euro.

“Questi lavori fanno parte di un fitto piano d’interventi che stiamo mettendo in atto per la rete idrica civile, che comprende non solo manutenzione ordinaria ma anche progetti e nuove soluzioni – afferma il presidente di Medio Chiampo spa Giuseppe Castaman -. Il nostro obiettivo è assicurare ai cittadini un acquedotto moderno e un servizio sempre più efficiente, oltre a garantire la qualità dell’acqua attraverso costanti controlli”.

 

 

Ufficio Stampa Medio Chiampo

Redazione web 02/05/2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *