Montecchio Maggiore: arriva in città l’internet ultra veloce, grazie alla posa della fibra ottica

fibra-ottica

A Montecchio Maggiore arriva la banda ultra larga. La Giunta comunale ha approvato la convenzione con la ditta Interplanet Srl per la posa e l’attivazione della fibra ottica, che garantirà ai cittadini, alle imprese e allo stesso ente comunale collegamenti internet ultraveloci.

Avere a disposizione un sistema di comunicazione fondato sulla banda ultra larga è un’opportunità per la crescita in generale di una comunità perché è la condizione necessaria per tutta una serie di servizi, come ad esempio le videochiamate o le teleconferenze, il telelavoro (la possibilità di lavorare da casa come se si fosse in ufficio), la telemedicina (controllo a distanza e 24 ore su 24 delle condizioni di salute di un malato) e la possibilità di una vera informatizzazione dei rapporti fra cittadini e pubblica amministrazione e di quelli fra studenti e scuola, il commercio on-line eccetera.
È stato inoltre stimato, sul versante economico produttivo, come una connessione Internet lenta costi di per sé, ad un’azienda italiana, una perdita secca di produttività in quanto impiega più tempo a fare quello che i concorrenti ottengono grazie alla banda ultra larga. Connessione ultraveloce significa quindi maggiore competitività.
La convenzione con Interplanet, della durata di 15 anni e successivamente rinnovabile, stabilisce che la ditta utilizzi l’esistente rete comunale dell’illuminazione pubblica per la posa dei cavi della fibra ottica, senza alcun onere da parte del Comune. Interplanet avrà inoltre la possibilità di realizzare nuove tratte mediante opportuni lavori di scavo previo ottenimento di una specifica autorizzazione. L’inizio degli interventi sarà concordato con la ditta in seguito alla presentazione del piano dei lavori, anche per stralci funzionali. La posa della fibra ottica interesserà circa 16,5 km di cavi e prevede anche l’installazione di 46 armadi stradali, il tutto nell’arco temporale di 5 anni. L’ipotesi della pianificazione dei lavori prevede che le prime zone ad essere cablate saranno la zona artigianale/industriale (per dare impulso all’economia) e Alte Ceccato e San Vitale, dove attualmente si rilevano carenze di connessione.
Ma c’è di più. La convenzione stabilisce infatti che le zone in cui per motivi tecnici non sarà possibile arrivare con la fibra ottica siano comunque connesse alla rete attraverso alcuni ponti radio. Interplanet si impegna inoltre a fornire alla cittadinanza la connessione internet via wireless in aree pubbliche quali piazze, biblioteca e strutture sportive. L’accordo prevede infine il collegamento in fibra ottica e senza oneri delle seguenti strutture pubbliche: sede municipale (che è già collegata in fibra con Polizia Locale, magazzini comunali e Protezione Civile), museo Zannato, biblioteca civica, sede InformaGiovani, sede della Protezione Civile in zona artigianale (area cinofila), tutte le scuole comunali e provinciali, scuole d’infanzia paritarie, sala civica di Alte, sala civica Corte delle Filande, polisportivo Cosaro, palazzetto di Alte ed ex caserma Ghisa.

“In un’era in cui la velocità delle connessioni significa servizi, competitività e innovazione – sottolinea il sindaco Milena Cecchetto – con questo accordo la città fa un salto di qualità. La banda ultra larga proietta Montecchio Maggiore nel futuro, con grandi benefici per cittadini, imprese e servizi pubblici”.
“La connessione ultraveloce garantirà grandi vantaggi anche al Comune, con ricadute positive sulla qualità dei servizi erogati ai cittadini – commenta Mirco Masetta, consigliere comunale incaricato alle attività di implementazione delle reti informatiche e dello sviluppo delle tecnologie di settore -. Un ringraziamento va al personale degli uffici comunali che si è impegnato in questo progetto e continuerà ad esserlo”.

 

 

 

Comune di Montecchio Maggiore

Redazione web 26-1-2016

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *