“Veneto spettacoli di mistero”, gli appuntamenti a Montecchio Maggiore

Sono due gli appuntamenti in programma a Montecchio Maggiore nell’ambito di “Veneto spettacoli di mistero 2019”, il festival dedicato ai luoghi leggendari e misteriosi del Veneto.

Entrambi gli spettacoli sono organizzati dalla Pro Loco Alte Montecchio, con il patrocinio della Città di Montecchio Maggiore.

Martedì 5 novembre, ore 20,45, Sala Remo Schiavo dei Rustici di Villa Cordellina Lombardi
“Antonio Pizzocaro, un architetto del 600 da Montecchio Maggiore a Vicenza”

L’architetto Luca Trevisan, membro dell’Accademia Olimpica di Vicenza, presenterà il suo libro sull’architetto montecchiano Antonio Pizzocaro, illustrandone la figura e le opere che lo hanno contraddistinto nel diciassettesimo secolo e lo hanno reso l’architetto più importante del vicentino di quell’epoca.
Entrata libera e senza prenotazione

Domenica 10 novembre, ore 14,30 – 16,00 – 17,30, Oratorio S. Antonio e Villa Cordellina Lombardi
“Oblio e Rivelazione – Amore filiale e Amore coniugale”

Attraverso la recitazione di due monologhi, il pubblico potrà conoscere due figure femminili: Leonora Pizzocaro e Anna Maria Spangher. Due donne che hanno caratterizzato la storia di Montecchio Maggiore, ma le cui vicende sono cadute nell’oblio dei secoli.
Verrà aperto al pubblico l’antico oratorio di S. Antonio situato di fronte a Villa Cordellina, dove la compagnia teatrale Ensemble Teatro racconterà la triste storia di Leonora Pizzocaro, unica figlia rimasta in vita del famoso architetto montecchiano Antonio Pizzocaro. Leonora, rimasta vedova, sola e senza figli, capì che la storia della sua ricca e stimata famiglia sarebbe caduta nell’oblio dei secoli, poiché nella sua triste vita non era riuscita ad avere figli che ne tramandassero la memoria. Per questo fece erigere nei suoi terreni, adiacenti la corte dei Pizzocaro, il famoso oratorio di S.Antonio, così chiamato in onore al padre.
Lo spettacolo proseguirà nel giardino segreto di villa Cordellina, entrando nello spazio dedicato a Remo Schiavo, dove la compagnia teatrale La Filigrana racconterà al pubblico la storia di Anna Maria Spangher, moglie amatissima di Vittorio Lombardi, ricco proprietario di Villa Cordellina.
La coppia trascorse nell’ amata dimora gli ultimi giorni insieme, prima che Vittorio Lombardi venisse ricoverato in clinica per non uscirne più. Rimasta sola, Anna Maria Spangher decise di far seppellire il marito nell’antico oratorio che si trova di fronte alla villa, per poterlo avere ancora vicino. Come sua ultima volontà, Anna Maria Spangher lasciò scritto che voleva dopo la sua morte riposare accanto al marito.

Entrata libera, solo accompagnata e senza prenotazione.
Parcheggio a disposizione nello spazio di villa Fin – Schiavo (pizzeria Gabbana)

Informazioni:
info@prolocoaltemontecchio.it; 0444-696546; 340-0796224

Redazione web

31/10/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *