L’abbonamento “itinerante”: 6 spettacoli in 6 diversi teatri… crea il tuo programma personalizzato

Progetto Palladio Digitale

Sei teatri a Vicenza e provincia compreso il teatro coperto più antico del mondo, il Teatro Olimpico di Andrea Palladio, più di 120.000 spettatori, oltre 6.000 abbonati, un abbonamento comune: questa la rete Teatri Vi.Vi.

Per presentare le novità e fare il punto della situazione di questa virtuosa partnership culturale, rete aperta e informale, tra i teatri dei maggiori centri della Provincia e della Città capoluogo, coordinata dal Teatro Comunale di Vicenza, ne hanno parlato ieri durante un incontro con la stampa il Vicesindaco e Assessore alla crescita del Comune di Vicenza Jacopo Bulgarini d’Elci, il direttore artistico della rassegna di prosa del Teatro di Arzignano Piergiorgio Piccoli, l’Assessore alla Promozione del Territorio e della Cultura del Comune di Bassano del Grappa Giovanna Ciccotti, l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Lonigo Chiara Gianesin, il Direttore Artistico del Teatro Comunale di Lonigo Carlo Mangolini, il Segretario Generale della Fondazione Teatro Civico di Schio Silvio Genito, l’Assessore alla Cultura del Comune di Thiene Maria Gabriella Strinati e Flavio Marelli, presidente di Anthea Spa, società che sostiene il progetto in veste di main sponsor.

La notizia, la novità vera all’apertura delle stagioni di prosa e danza nei teatri delle sei città (inaugura il Teatro Astra di Schio con “Beatles Submarine” di Neri Marcorè e la Banda Osiris, martedì 4 novembre) è l’abbonamento “itinerante” Teatri Vi.Vi. che la rete propone al suo pubblico diffuso. Si tratta di un abbonamento a 6 spettacoli nei 6 diversi teatri (Vicenza, Arzignano, Bassano del Grappa, Lonigo, Schio e Thiene) con un titolo a scelta tra i designati, da due a quattro spettacoli che ogni teatro della Rete mette a disposizione. Lo spettatore acquista così, al costo di 60 euro (non sono previste riduzioni) un “abbonamento su misura”, scegliendo e componendo un programma personalizzato. Gli abbonamenti saranno in vendita da martedì 18 novembre online, sul sito www.teatrivivi.it e alla Biglietteria del Teatro Comunale di Vicenza (aperta dal martedì al sabato, dalle 15.00 alle 18.15).
I 18 titoli degli spettacoli di prosa e di danza tra cui scegliere per comporre l’abbonamento personalizzato sono: “Forbici e Follia” con Max Pisu il 27 febbraio 2015, “Lavori in corso” con Ale e Franz il 12 marzo, al Teatro Mattarello di Arzignano; “Doppio Fronte” con Moni Ovadia il 30 gennaio, “Svenimenti” con Elena Bucci il 24 febbraio e “La Cantatrice Calva” con Leonardo Manera il 9 aprile al Teatro Remondini di Bassano del Grappa; “Mi piaci perché sei così” con Vanessa Incontrada l’8 febbraio, “Qualcosa rimane” con Monica Guerritoree Carolina Crescentini il 27 febbraio e “Gli Innamorati” di Carlo Goldoni l’11 aprile al Teatro Comunale di Lonigo; “Maratona di New York” con Giorgio Lupano e Cristian Giammarini il 12 dicembre 2014, “Cyrano de Bergerac” della Compagnia Gank il 19 dicembre e “Contemporary Tango” di Kledi Kadiu con il Balletto di Roma il 13 febbraio al Teatro Civico (il primo) e al Teatro Astra (gli altri due) di Schio; “Una pura formalità” con Glauco Mauri il 10 dicembre, “Amerika”, da un testo di Franz Kafka, regia di Maurizio Scaparro il 4 marzo e “Il malato immaginario” con Gioele Dix il 18 marzo al Teatro Comunale di Thiene; “Falstaff” con Giuseppe Battiston il 9 dicembre, “L’ispettore generale” regia di Damiano Michieletto il 22 febbraio, il balletto “Cenerentola” del Malandain Ballet Biarritz l’8 marzo e “Morte di un commesso viaggiatore” di Arthur Miller il 18 marzo al Teatro Comunale di Vicenza.
Un’offerta molto varia dunque, per il primo esperimento sul territorio nazionale di un abbonamento comune tra città diverse, un trait d’union concreto, anche per il pubblico, tra i cartelloni dei teatri della Rete, uno strumento che permette un accesso trasversale all’offerta di spettacolo dal vivo. Restano validi, ovviamente anche per la Stagione Artistica 2014/2015, gli altri strumenti di promozione e comunicazione delle attività della Rete: la card offerta in omaggio agli abbonati delle stagioni dei singoli teatri aderenti, che consente un accesso agevolato agli spettacoli degli altri teatri e alle diverse programmazioni promosse dalle amministrazioni comunali coinvolte, con degli sconti particolari.
Il depliant che contiene la programmazione comune dei sei soggetti, ottanta titoli proposti cronologicamente in un unico grande cartellone, che gli abbonati troveranno disponibile nei teatri, all’inizio delle singole stagioni.
Naturalmente il sito www.teatrivivi.it che consente di avere in un unico colpo d’occhio sia la programmazione completa del cartellone comune, sia il programma artistico di tutti i teatri coinvolti, con i riferimenti alle singole biglietterie per l’acquisto online dei biglietti a prezzo scontato; sul sito è possibile acquistare, come già detto, l’abbonamento “trasversale” comune.

Teatro comunale di Vicenza

Redazione web: 30-10-2014

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *