5 libri che… hanno una o più foglie in copertina

Ciao a tutti, ritorna la nostra rubrica dedicata al favoloso mondo dei libri.

Oggi ti proponiamo una cosa un po’ diversa dal solito.
Infatti, quelli che ti consigliamo sono 5 libri che hanno una o più foglie in copertina.
Buona lettura!

1) La solitudine dei numeri primi
(di Paolo Giordano)

Il romanzo racconta la storia di due persone, entrambe di Torino, Alice Della Rocca e Mattia Balossino, le cui vite sono segnate da vicende accadute nella loro infanzia.



Alice è una bambina di sette anni che viene costretta a frequentare un corso di sci dal padre.
Mattia è un bambino dotato di un enorme intelletto, al contrario della gemella Michela.

2) Il profumo delle foglie di limone
(di Clara Sánchez)

Due storie molto diverse tra loro destinate a incontrarsi.

Sandra si reca in Costa Blanca, da sua sorella, per godersi il sole e il mare. Lì, Sandra, incontra una coppia di amabili anziani norvegesi che fanno di tutto per renderle quella tranquilla vacanza ancora più piacevole. Julián, vedovo e anziano, va in Costa Blanca per vendicarsi degli orrori subiti durante la prigionia a Mauthausen.

3) A ottobre non sempre cadono le foglie
(di Armando Pirolli)

Un percorso ricco di ostacoli, ma anche di soddisfazioni e crescita.

Tra i vicoli e i rumori di una splendida Aversa anni ’70 inizia la storia del protagonista, Nando, che trascorre l’infanzia immerso nella bellezza delle piccole cose come, ad esempio, il profumo del ragù, i giochi in strada, i dolci fatti in casa. Nando si trova d’un tratto catapultato con durezza nella crudeltà che a volte può far parte della vita reale.

4) Albero e foglia
(di J. R. R. Tolkien)

Un libro che raccoglie un saggio e alcune fiabe dello scrittore inglese J.R.R. Tolkien, autore de Il signore degli anelli, riunite per la prima volta nel 1964.

Accostare la saggistica e la narrativa di Tolkien non vuol dire contrapporre due settori della sua attività, ma offrire due profili diversi dello stesso scrittore. In entrambe si nota la stessa grande e tipica qualità: la serietà del mistico e del metafisico è sempre mediata dall’umorismo.

5) Lo stupore di una notte di luce
(di Clara Sánchez)

È una notte stranamente luminosa.
Una notte in cui il buio non può più nascondere nulla.



Lo sa bene la protagonista di questo romanzo, Sandra, mentre guarda il figlio che dorme accanto a lei.
Ha fatto il possibile per proteggerlo.
Ma nessuno è mai davvero al sicuro. Soprattutto ora che ha trovato nella borsa dell’asilo un biglietto.

Ti aspettiamo domenica con il prossimo appuntamento della nostra rubrica… librosa!

Redazione web
08/05/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui