5 libri che… sono ambientati a Venezia e provincia

0
58

Ciao a tutti, ritorna la nostra rubrica dedicata al favoloso mondo dei libri.

Sapevamo tutti che sarebbe giunto questo momento.
Purtroppo, infatti, questo è l’ultimo numero della nostra rubrica dedicata al mondo dei libri.
Ti ringraziamo con tutto il cuore per averci accompagnati in queste settimane attraverso diversi generi e tematiche libresche.
Oggi ti proporremo 5 libri che sono ambientati a Venezia e provincia.
Buona lettura!

1) Il re dei ladri
(di Cornelia Funke)

Prosper e Bo, due orfani in fuga dagli zii malvagi che li vogliono separare, arrivano nella città di Venezia, dove incontrano una banda di ragazzini che vivono in un cinema abbandonato.

Questi fanno capo a Scipio: audace e misterioso, garantisce la sopravvivenza dei compagni grazie ai suoi furti mirabolanti. I due orfani entrano a far parte di questa famiglia.

2) Il mercante di Venezia
(di William Shakespeare)

Scoprite come William Shakespeare vedeva Venezia, in una delle sue opere più celebri.


Il libro è ambientato nella Venezia del XVI secolo. Bassanio, giovane gentiluomo veneziano, vorrebbe la mano di Porzia, ricca ereditiera di Belmonte. Per corteggiarla, chiede al suo amico Antonio del denaro in prestito. Antonio, però, non può prestargli il denaro, poiché lo ha interamente investito nei traffici marittimi.

3) Venezia è un pesce
(di Tiziano Scarpa)

Avete mai notato che, sulla carta geografica, Venezia sembra un pesce e il ponte che la collega alla terraferma somiglia a una lenza?

Una guida originale alla scoperta della città lagunare. Tiziano Scarpa parla della sua città e offre un’opportunità per guardarla da una prospettiva inedita. Viene qui spiegato che Venezia è una città da “sentire” con i piedi, che impegna il cuore.

4) Il carteggio Aspern
(di Henry James)

Ambientato nella Venezia decadente di fine ‘800, il romanzo narra i tentativi di un critico letterario statunitense, di impadronirsi di una raccolta di documenti scritti dal poeta Jeffrey Aspern.

Dopo la scoperta che Miss Juliana Bordereau, la donna che Aspern aveva amato in vita, è ancora viva e conduce un’esistenza misteriosa il critico, motivato dal valore di quel carteggio, riesce ad avvicinare la donna.

5) La ladra di Cagliostro
(di Giulio Leoni)

Il conte di Cagliostro, sbarcato a Venezia, prende alloggio presso “Ca’ de Specchi”.

Questa è una casa reputata una casa maledetta dai venenziani. Dopo qualche giorno, passeggiando per la città, una ladruncola di nome Serfina, cerca di sottrargli l’orologio da taschino. Il conte decide di dare una possibilità alla ragazzina facendola diventare sua complice insieme ai suoi tre amichetti.

Redazione web
18/05/2020

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here