5 libri per… parlare di autismo e sindrome di Asperger

0
11

Ciao a tutti, ritorna la nostra rubrica dedicata al favoloso mondo dei libri.

Oggi, nella giornata mondiale dell’autismo, vi proponiamo 5 libri che parlano di autismo e sindrome di Asperger.
Buona lettura!

1) Aspergirls
(di Rudy Simone)

Sei convinto che l’autismo e la sindrome di Asperger siano diffusi solo tra i maschi?

In realtà, le ragazze con Sindrome di Asperger e, più in generale con condizioni dello Spettro Autistico, sono solo diagnosticate meno frequentemente dei maschi. Loro, infatti, possiedono maggiori capacità camaleontiche che permettono loro di trovare strategie di adattamento e mascherare le difficoltà, le sfide e la solitudine che vivono.

2) Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
(di Mark Haddon)

Il protagonista è Christopher John Francis Boone, un ragazzo di 15 anni con la sindrome di Asperger, una forma di autismo. Christopher possiede elevate competenze logico-matematiche, ma ha difficoltà a stringere relazioni con le persone e non è molto affettivo. Ha una memoria eccezionale e conosce a memoria tutti i numeri primi fino a 7507. A causa della sua condizione frequenta una scuola diversa da quella degli altri ragazzi e ha un insegnante di supporto.

3) Se ti abbraccio non aver paura
(di Fulvio Ervas)

Padre e figlio in uno spettacolare viaggio in moto che cambierà per sempre le loro vite.

Per certi viaggi non si parte mai quando si parte. Si parte prima. A volte molto prima. Sono bastate poche parole: “Suo figlio probabilmente è autistico”.
Il verdetto di un medico ha ribaltato il mondo e ora Franco è diventato un cavaliere che combatte per suo figlio. Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare.

4) Il cervello autistico
(di Temple Grandin, Richard Panek)

Nel 1947, quando è nata Temple Grandin, l’autismo era stato appena battezzato e descritto da due psichiatri che lo interpretavano in modo molto diverso tra di loro.


Di questi il primo, Leo Kanner, sembrava considerarlo un’ir­reparabile tragedia, mentre il secondo, Hans As­per­ger, era convinto che potesse essere compensato da qualche aspetto positivo.

5) Eccentrico di Fabrizio Acanfora

Come si vive con la sindrome di Asperger?

Anche se, negli ultimi anni si è parlato sempre di più di autismo, non mancano le teorie pseudoscientifiche e le terapie che cercano di costringere l’autistico a rinunciare alla propria identità in nome di un’integrazione non necessariamente utile e che non tiene in considerazione i bisogni e l’essenza stessa di una persona con autismo.

Ti aspettiamo sabato con il prossimo appuntamento della nostra rubrica… librosa!

Redazione web
02/04/2020

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here