Ad Arzignano arrivano 2 nuove rotatorie: Kennedy e Ponte di S. Zeno

 photo resource_zps20d009cb.png

Due nuovi progetti di riqualificazione delle intersezioni di via Kennedy e del Ponte di San Zeno completano il progetto complessivo di riqualificazione della viabilità maggiore voluto dall’amministrazione Gentilin.

Nel complesso questi gli interventi del Piano di Riqualificazione Viabilistica dell’amministrazione Gentilin:

rotatoria incrocio Via Kennedy (inizio estate 2014)

rotatoria Ponte San Zeno (inizio a fine 2014)

rotatoria Tosano (inizio metà 2014)

rotatoria ingresso Zona Industriale SUD – rif.Acque del Chiampo (inizio metà 2014)

rotatoria di via Ponte alle Tezze (terminata nel 2009)

rotatoria di San Rocco (terminata nel 2013)

rotatoria della Madonetta di Costo NORD (in esecuzione)

rotatoria della Madonetta di Costo SUD (in esecuzione)

ROTATORIA VIA KENNEDY

L’intersezione tra via Kennedy, via Duca D’Aosta, via Tiro a Segno, è interessata da un passaggio di 43.700 veicoli al giorno (il 10% dei quali sono veicoli pesanti), generando, nelle ore di punta, lunghi accodamenti, soprattutto nella direttrice Chiampo – Montecchio Maggiore.

“Nell’intento di fluidificare il traffico” commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Frigo, “abbiamo progettato una nuova rotatoria in sostituzione dell’attuale incrocio semaforizzato, in modo tale da distribuire meglio i 2.800 veicoli all’ora che, nelle ore di punta, attraversano l’intersezione: gli studi e le simulazioni fatte dimostrano che, al termine dei lavori, otterremo una riduzione delle code”.

Nello specifico, il progetto definitivo prevede la realizzazione di una rotatoria allungata di raggio esterno di 16 metri, dotata di corsie preferenziali per le svolte a destra dalle vie secondarie alla principale, le quali consentiranno una migliore distribuzione delle correnti veicolari nel nodo e di equilibrare i tempi di attraversamento e di accodamento. Il tutto verrà, poi, completato con l’adeguamento dei percorsi pedonali e dell’illuminazione pubblica.

Sul piano della realizzazione, il progetto, dell’importo complessivo di 550.000 euro, prevede due fasi:

una prima fase sperimentale: la rimozione dell’attuale impianto semaforico, realizzazione dei sottoservizi, messa in sagoma delle strade e realizzazione della rotatoria con new jersey (importo stimato per la prima fase euro 300.000);

una seconda fase di completamento dell’opera (importo stimato 250.000 euro).
“Intendiamo avviare la prima fase di esecuzione nel mese di agosto 2014, in modo da approfittare della consueta riduzione di traffico per ridurre i disagi, la quale dovrebbe concludersi entro novembre. Se non sorgono complicazioni, la seconda fase definitiva dovrebbe prendere avvio nella appena verificata l’efficienza dell’intervento”.

ROTATORIA PONTE DI SAN ZENO

L’intersezione tra via dei Mille e via San Zeno è gravata da un traffico veicolare di circa 33.000 veicoli giorno (il 10% dei quali sono veicoli pesanti) e presenta notevoli criticità per l’attuale conformazione e la presenza della pista ciclabile che l’attraversa in via San Zeno.

“A completamento del progetto di revisione della viabilità maggiore di Arzignano” precisa l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Frigo, “abbiamo predisposto un progetto preliminare di revisione dell’intersezione, che prevede la realizzazione di una nova rotatoria di 22 metri di raggio esterno, oltre alla messa in sicurezza dei percorsi pedonali che interessano l’area. La maggiore complessità del progetto è rappresentata dalla notevole differenza di quota tra il piano campagna ed il piano di scorrimento stradale sul lato est – cd. area ex Stadio – per superare la quale è necessaria la realizzazione di un rilevato sostenuto da un muro, al fine di consentire l’allargamento stradale”.

Il costo complessivo dell’opera è di 700.000 euro.

“L’obiettivo che ci poniamo è quello di migliorare l’uscita di San Zeno sulla provinciale, anche in previsione della prossima apertura della nuova piscina. Nei prossimi mesi si procederà con lo sviluppo del progetto definitivo dell’opera, in modo da approfondire le criticità tecniche di realizzazione dello stesso: vogliamo chiudere la fase progettuale entro il 2014, in modo da procedere nel 2015 con la realizzazione dell’opera”.

Per maggiori dettagli sui progetti, www.lavoriinarzignano.it

 

 

Comune di Arzignano

Redazione web 22-01-2014

 

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui