Addio a Luigi “Gino” Massignan, partigiano sopravvissuto a Mauthausen

Si è spento il 31 ottobre nella sua casa di Padova il dottor Luigi Massignan. Nato a Montecchio Maggiore nel 1919, aderì alla Resistenza con il nome di battaglia di Renzo, diventando vicecomandante del battaglione autonomo “Valdagno”, guidato da Gino Soldà. Catturato a Montecchio dai militi della Xa MAS, fu deportato a Mauthausen. Riguardo quella terribile esperienza scrisse un libro, Ricordi di Mauthausen. Ai miei nipoti.

Medico insigne, fu onorato del titolo di Cittadino Benemerito di Padova nel 1999 e di Padovano eccellente nel 2004, mentre nel 2006 divenne Commendatore della Repubblica Italiana.

<< È stata una notizia improvvisa, perdiamo una figura di primo piano della Resistenza vicentina – dichiara Michele Santuliana, presidente dell’Anpi di Montecchio Maggiore -. Gino, come lo conoscevamo tutti, è sempre stato molto legato a Montecchio, e nonostante vivesse a Padova ci tornava sempre volentieri. Fondamentali le testimonianze che portava nelle scuole, sempre a mente lucida, con la capacità che aveva di far ragionare i ragazzi sulle modalità che hanno portato alla nascita dei lager. Appena supereremo l’emergenza Covid sicuramente organizzeremo una serata e degli approfondimenti riguardo questa grande figura >>.

 

Redazione web
02/11/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui