Affidato il progetto della Bretella Arzignano-Chiampo

Novità per quanto riguarda la viabilità della valle. È stato affidato, tramite procedura aperta, il servizio di ingegneria per la redazione del progetto di fattibilità tecnica economica e del progetto definitivo della cosiddetta Bretella Arzignano-Chiampo – «proseguimento della Strada Provinciale n. 31 Valdichiampo nei Comuni di Arzignano e Chiampo» -. Il progetto, con l’individuazione del soggetto che realizzerà la progettazione definitiva dell’opera, è stato dunque avviato, dopo la firma del protocollo d’Intesa fra i Comuni di Arzignano e Chiampo e la pubblicazione del Bando Europeo per la progettazione dell’opera.

Lo studio a cui è stato affidato a tre studi: FM Ingegneria Spa (capogruppo), Proteco Engineering Srl di San Donà di Piave e E-Farm Engineering&Consulting di Vigonza (Padova). L’importo di contratto è di 176.574, 13 euro al netto dell’IVA. Gli affidatari avranno un massimo di 90 giorni per presentare il progetto preliminare e ulteriori 120 giorni per presentare il progetto definitivo, che arriverà quindi verosimilmente, al massimo a fine ottobre 2021.

«Un passo fondamentale per l’iter di realizzazione della Bretella – le parole del sindaco di Arzignano, Alessia Bevilacqua -. Ci permetterà di avere in qualche mese il progetto definitivo e di concretizzare quest’opera tanto attesa dai cittadini e dalle categorie economiche. Comuni uniti per il bene dell’intera Valle del Chiampo. Questa collaborazione con il Comune di Chiampo è fondamentale perché il 90% dell’opera è nel Comune di Arzignano e un 10% cruciale ricade nel Comune di Chiampo. Lavoreremo in stretta sinergia fra amministrazioni e studio di progettazione per progettarla nel miglior modo possibile. Finalmente si passa da un’ipotesi progettuale a un vero e proprio progetto»

«È un’opera complessa – la dichiarazione del sindaco di Chiampo Matteo Macilotti– perché negli anni vi è stata un’intensa urbanizzazione che ha ristretto le ipotesi di progettazione, ma tale opera avrà effetti importantissimi per l’economia e la vivibilità della vallata e garantirà maggior sicurezza agli automobilisti che vi transitano».

 

Redazione web
25/03/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui