Agno Chiampo Ambiente: sciopero nazionale 30 giugno

Agno Chiampo Ambiente

Possibili disagi mercoledì 30 giugno a causa della giornata di sciopero nazionale proclamata da Cgil, Cisl, Uil e Fiadel (Federazione italiana autonoma dipendenti enti locali) che coinvolgerà anche Agno Chiampo Ambiente.

MODIFICHE AL SERVIZIO. La società – si legge in un comunicato – non sarà in grado di assicurare, salvo revoca dello sciopero o mancata adesione da parte dei lavoratori, il completamento dei servizi di igiene ambientale nei comuni serviti. Nel dettaglio, ad Arzignano è a rischio la raccolta di umido e carta in zona 1, mentre a Montecchio Maggiore in centro città – zona 2 non è garantito il ritiro dell’umido. I servizi di igiene ambientale saranno, tuttavia, garantiti presso ospedali, case di riposo, caserme, utenze scolastiche e mercati cittadini. La raccolta dei rifiuti sarà ripristinata dal giro successivo, in base al calendario di servizio.

I MOTIVI DELLO SCIOPERO. I sindacati protestano contro l’applicazione dell’art. 177 del Codice degli Appalti, che ha fissato al 31 dicembre di quest’anno la decorrenza dell’obbligo per le aziende concessionarie di esternalizzare l’80% di tutte le attività. «Un provvedimento – spiegano da Fiadel – che mette a rischio migliaia di posti di lavoro e la chiusura di numerose aziende, considerando anche le pesantissime condizioni di lavoro a cui molti devono sottostare a causa del regime dei subappalti».

Redazione web
28/06/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui