Alla Bedeschi la mostra su Caregaro Negrin

Nel bicentenario della nascita dell’architetto vicentino Antonio Caregaro Negrin, nato il 13 giugno 1821, la Biblioteca G. Bedeschi esporrà, fino al 26 settembre, pannelli tematici sulla figura dell’illustre architetto e 16 riproduzioni dei progetti per la costruzione del Municipio di Arzignano.

DI CHI SI TRATTA. Antonio Caregaro Negrin è stato un geniale sperimentatore: aperto agli stimoli culturali derivanti dai viaggi e dalle esperienze personali, teorico di un linguaggio artistico che interpreta i valori dell’era industriale, anticipatore di soluzioni che saranno poi del liberty. A lui si deve appunto la costruzione del Municipio di Arzignano.

 

L’ESPOSIZIONE. Nelle varie sedi saranno illustrate: la vicenda umana e professionale dell’artista che scelse di dedicarsi con passione allo studio dell’architettura, guadagnando presto la committenza delle più illustri famiglie vicentine; i prestigiosi incarichi, come il restauro della scena del Teatro Olimpico di Vicenza; e ancora, l’attività di patriota e ingegnere militare impegnato nella difesa di Vicenza e di Venezia; l’impegno per il restauro di importanti monumenti antichi e la partecipazione ai maggiori dibattiti culturali del tempo. Tanto da renderlo una figura chiave nel panorama culturale del secondo Ottocento.

L’esposizione rientra in un percorso espositivo “diffuso” che continua:

– al Museo del Risorgimento e Resistenza di Vicenza;

– al Lanificio Conte di Schio;

– a Villa Zileri Motterle di Monteviale.

Con la collaborazione della Biblioteca Civica Bertoliana di Vicenza.

 

La mostra è disponibile dal 15 giugno al 26 settembre, il lunedì dalle 10.00 alle 12.50 e dalle 15.00 alle 19.00; il martedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00, il sabato dalle 9.00 alle 17.00.

 

Redazione web
02/07/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui