Andrà tutto bene: 120 disegni per tornare alla normalità

Unire la voglia di cominciare dei ragazzi delle classi quinte delle scuole elementari con la voglia di rivedersi nella prima classe della secondaria. Andrà tutto bene è un progetto, nato dalla collaborazione con il Comando di Polizia Locale Vicenza Ovest, che ha coinvolto i ragazzi delle classi quinte del Comprensivo 1 e dell’Istituto Canossiano di Arzignano.

Gli alunni hanno realizzato 120 disegni, raccolti ora in diversi libretti illustrati, nei quali hanno raffigurato l’attività della Polizia Locale e la loro percezione del lavoro degli agenti durante il periodo del lockdown, durante il quale non è stato possibile tenere le consuete lezioni di Educazione Stradale da parte degli agenti del Comando di Polizia Locale Vicenza Ovest.

“Una bellissima iniziativa – dichiara il comandante del distretto di Polizia Locale Vicenza Ovest, Antonio Berto – atta a sensibilizzare tutti i bambini rimasti a casa durante il Covid, che hanno eseguito disegni relativi alla problematica, affiancata al lavoro della Polizia Locale. Il fatto di averli riportati su libretti che saranno distribuito ai ragazzi rappresenterà un ricordo di questo periodo difficile e unico vissuto dagli alunni”.

“I bambini sono riusciti a capire il messaggio del tema da noi assegnato – aggiunge il commissario Maria Grazia Stecco del Comando di Polizia Locale – disegni meravigliosi con colori altrettanto stupendi che rappresentano quanto hanno vissuto. Sono riusciti in maniera brillante a legarlo al tema dell’educazione stradale”.

Linda L’Amante, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo 1 aggiunge: “quello dell’Educazione Stradale è un progetto solido che neanche il Covid è riuscito a fermare. A distanza i bambini hanno creato un lavoro veramente bellissimo, segno di speranza e collaborazione fra istituzioni”.

“L’iniziativa promossa in sostituzione dei tradizionali incontri con gli agenti della polizia locale si è rivelata particolarmente felice – spiega Francesco Celsan, direttore dell’Istituto Canossiano – i ragazzi hanno liberato non solo la loro creatività ma hanno fatto emergere anche il loro senso civico e il loro senso di responsabilità. Un doveroso ringraziamento agli insegnanti”.

 

Redazione web
29/07/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui