Approvato il piano delle opere per il 2021: 3 milioni di investimenti sul territorio

L’Assemblea dei Soci di Medio Chiampo spa, rappresentata dai comuni di Montebello Vicentino e Zermeghedo, ha approvato la relazione previsionale e programmatica per il 2021.

Per quanto riguarda il quadro economico l’anno in corso riconferma i valori del 2019, evidenziando una sostanziale ripresa e stabilizzazione dopo l’inevitabile contrazione dei ricavi legata al fermo produttivo delle aziende durante il lockdown.

Consistente il piano degli interventi per il 2021, che ammonta a circa 3 milioni di euro, a testimonianza della solidità finanziaria e della capacità di investimento della società.

Le opere in programma riguardano l’intero servizio idrico, dall’impianto di depurazione alle reti acquedottistiche e fognarie di tutti e tre i comuni serviti: Montebello Vicentino, Zermeghedo e Gambellara.

Tra gli interventi principali è in programma la prosecuzione del masterplan con la realizzazione di due nuove vasche da 7.000 m3 ciascuna, che garantiranno nuove opportunità alle aziende e miglioreranno ulteriormente le performance dell’impianto. Dopo la presentazione del V.I.A (Valutazione Impatto Ambientale) all’inizio di gennaio si è in attesa dell’autorizzazione per passare alla fase esecutiva.

Già dalle prossime settimane inizieranno i lavori per l’estensione della rete fognaria in località Signolo a Montebello Vicentino, mentre si sta avviando alla fase finale il cantiere per la riqualificazione della centrale di sollevamento in via Lungochiampo.

Sul fronte della qualità dell’acqua, dopo l’installazione dell’impianto di filtraggio a Zermeghedo, si procederà nel 2021 con quello di Montebello e partirà la progettazione per Gambellara, da realizzare invece il prossimo anno. Questi impianti di filtraggio, che proteggono da PFAS ed eventuali altri inquinanti, nascono a scopo puramente preventivo allo scopo di garantire la massima sicurezza ai cittadini.

“La capacità progettuale di Medio Chiampo – spiega il direttore Luigi Culpo – è rappresentativa di un percorso interno volto alla crescita dell’organizzazione aziendale. Nell’ultimo anno sono state inserite nuove figure e professionalità specifiche per essere sempre più efficienti nell’erogazione dei nostri servizi. Abbiamo, ad esempio, scelto di avere un responsabile della sicurezza interno, istituito un ufficio legale interno e strutturato un ufficio di regolazione ARERA”.

“Il piano degli interventi – afferma il presidente Giuseppe Castaman – esprime la capacità della società di generare valore e la volontà di reinvestirlo sul territorio. Lo sviluppo tecnologico e delle competenze, un ottimo lavoro di squadra e la preziosa collaborazione con i sindaci soci ci consentono di contribuire alla crescita economica del territorio, alla difesa dell’ambiente e in generale al miglioramento della qualità di vita che necessariamente deve essere il focus di una società di servizio pubblico com’è la nostra”.

I sindaci dei Comuni soci hanno espresso soddisfazione per l’impegno della società e il piano degli investimenti programmati.

“Apprezzo gli obiettivi e i programmi di Medio Chiampo per questo 2021 – ha dichiarato il sindaco di Montebello Vicentino Dino Magnabosco – perché dimostrano la costante vicinanza dell’azienda al territorio e ai nostri concittadini tramite progetti sempre tesi allo sviluppo dei servizi erogati”.

“Ringrazio la società Medio Chiampo – ha sottolineato il sindaco di Zermeghedo Luca Albiero – che raccoglie e porta avanti, in co-programmazione con i sindaci, piani ambiziosi e in linea con le esigenze della nostra comunità e territorio. Dobbiamo difendere un bene prezioso come l’acqua e allo stesso tempo dare risposte efficaci al nostro tessuto produttivo: i progetti in programma vanno proprio in questa direzione”.

Giuseppe Castaman

Redazione web
15/02/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui