Arzignano C5: È Pablo Ranieri il nuovo allenatore

Scelto l’allenatore dell’Arzignano C5. La neonata società, che l’anno prossimo parteciperà al campionato di A2, fa sapere tramite un comunicato che sulla panchina siederà Pablo Ranieri, lo scorso anno tecnico e giocatore dei cadetti dell’Arzignano Team.

Una scelta importante su cui la società del presidente Riva è pronta a scommettere in pieno per dare ancora più forma a quella voglia di valorizzare i giovani talenti, cosa che Ranieri nelle precedenti esperienze ha sempre fatto, prima alla guida del Real Futsal Arzignano under 19 e nelle ultime due stagioni con il Team portato in serie C e consolidato con giovani emergenti alla prima in B nel campionato scorso.

“Arzignano è la mia seconda casa e alla proposta fatta dai dirigenti della nuova società non potevo certo dire di no – spiega Ranieri – sarà un anno di transizione, non certo facile ma chi vestirà la nostra maglia dovrà lavorare sodo con sacrificio per raggiungere i traguardi prefissati dalla società”.

Le prospettive del campionato non sono ancora definite: “parlare oggi di obiettivi classifica per il prossimo Iampionato è prematuro – prosegue – intanto vediamo chi ci sarà e come saranno costruite le squadre avversarie. La società lo ha detto e ribadito più volte vuole far crescere i giovani talenti affiancandoli a dei senatori che nei prossimi giorni verranno confermati dal presidente e i suoi collaboratori. Quello che per me conta è di poter tornare in campo a giocare e mettere in archivio questo lungo periodo di stop”.

“Sarò solamente allenatore – conclude Pablo – per il momento le scarpette tornano appese al chiodo. Sarà la mia prima volta da mister nella seconda serie nazionale e questo mi porterà via tante energie, chi mi conosce sa che quando faccio una cosa do sempre il massimo per farla nel migliore dei modi. Quello che invece voglio chiedere io alla gente di Arzignano è di starci sempre vicino e di darci un grosso aiuto dagli spalti, il PalaTezze deve sempre essere il nostro fortino su cui costruire basi solide per il futuro dell’Arzignano C5”.

 

Redazione web
23/07/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui