Arzignano Calcio a 5, due pari con l’Olimpus Roma

olimpus roma

Finisce in  parità la sfida del PalaTezze, con l’Arzignano che viene fermato sul 2-2 dall’Olimpus Roma.

Lavoro, lavoro e ancora tanto lavoro per l’Arzignano che deve crescere ancora per confermarsi ai piani alti della serie A2. Lo sanno bene i biancorossi, ieri se possiamo dirlo, anche sfortunati per un paio di circostanze su cui poter appigliarsi, ma in casa, sul campo del PalaTezze non si possono lasciare punti facili agli avversari. Contro l’Olimpus Roma il primo tempo è perfetto, basti leggere la prima parata di Urbani che arriva a 38 secondi dalla sirena dell’intervallo. Poi nella ripresa gli ospiti alzano il pressing e ci credono maggiormente trovando un pari che nel finale rischia di diventare vittoria ma anche sconfitta con la sirena che chiude un sabato da rivedere per Stefani e soci che tra sei giorni in casa del Merano faranno di tutto per rifarsi con gli interessi.

ARZIGNANO-OLIMPUS ROMA 2-2
ARZIGNANO
: Urbani, Marcio, Santana, Major, Amoroso, Raul Canto, Houeneu, Negro, Rosa, Manzalli, Yabre, Marzotto. All. Stefani
OLIMPUS ROMA: Bardoscia, Cintado, Velazquez, Del Ferraro, Osni Garcia, Martin Delgado, Lopez Pena, F. Di Eugenio, Marchetti, Milani, F. Di Eugenio, Ducci. All. Ranieri
MARCATORI: 11’29” p.t. Yabre (A), 16’13” Amoroso (A), 7’52” s.t. Lopez Pena (O), 12’38” Garcia (O)
AMMONITI: Marchetti (O), Osni Garcia (O), Major (A)
ARBITRI: Gino Simonazzi (Reggio Emilia), Stefano Mestieri (Finale Emilia) CRONO: Walter Suelotto (Bassano del Grappa)

La cronaca del match
Primo tempo a senso unico, Amoroso ci prova un paio di volte trovando i pronti no di Bardoscia, anche Santana vuole timbrare il debutto con un gol ma il portiere romano non si supera. Applausi e brividi all’11’ quando Amoroso servito da Major tenta il colpo gobbo con una bella sforbiciata in area che esce di pochissimo a lato. Sulla ripartenza dell’Olimpus Yabre sale in cattedra, si prende la sfera, si accentra e scarica un destro perfetto che fa scattare in piedi tutto il pubblico arzignanese. Vantaggio meritatissimo con Amoroso che firma il bis per i suoi al 16′ chiudendo un’azione veloce innescata da Major che si fa subito perdonare per un passaggio imperfetto in mezzo al campo, ruba palla all’avversario e dopo una serie di finte serve per il compagno che non si fa pregare due volte prima di mettere in rete. L’Arzignano spinge, vuole chiudere i conti già nei primi venti minuti ma pecca di cinismo e i romani restano a galla.
Nella ripresa i ragazzi di Ranieri secondo dopo secondo si prendono campo e iniziano a macinare gioco con maggior convinzione costringendo Urbani a qualche timida parata. Al 7′ abbondante Di Eugenio entra dentro come portiere di movimento e al primo tentativo arriva il gol che riapre la sfida con Lopez Pena in area lasciato libero di calciare da Santana suo marcatore e Urbani tra i pali. I biancorossi accusano il colpo e da un fallo veniale di Major punito anche col giallo arriva il pari di Garcia che buca la barriera e Urbani per la seconda volta firmando il 2 a 2. Stefani da la scossa ai suoi ma Bardoscia non ne vuole sapere di essere superato chiudendo lo specchio con la faccia ad Amoroso e allungando la gamba sul tiro di Manzalli. Al 14′ Amoroso firma il bis personale ma gli arbitri annullano per un fallo su Bardoscia molto discutibile col bomber arzignanese che ha di che disperarsi per non aver colpito nessuno. Al 15′ si rischia grosso in area biancorossa con Cintado che scheggia il palo, dall’altra parte invece nodo in gola per l’incrocio pieno di Santana. Finale incandescente con Major stregato da Bardoscia e poi sirena finale che lascia l’amaro in bocca ai biancorossi.

 

 

 

Ufficio stampa Arzignano Calcio a 5

Redazione web 24/10/2016

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui