Arzignano: celebrazioni per il Giorno del ricordo

Giorno del ricordo

Una pianta dell’Istria in piazza Campo Marzio. La memoria dei martiri delle foibe nel cuore di Arzignano.

L’amministrazione comunale di Arzignano ricorda i martiri delle foibe e lo fa riponendo nel cuore della città, un simbolo destinato a perpetuare il ricordo della tragedia degli Italiani di Istria e Dalmazia.

Il Giorno del ricordo è una solennità civile celebrata il 10 febbraio di ogni anno, istituita con  la legge 30 marzo 2004 n. 92.

Vuole conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».

Da anni Arzignano celebra con solennità questa ricorrenza e quest’anno lo farà sabato 11 febbraio alle 11.30 in piazza Campo Marzio dove verrà scoperta nei giardini una targa a ricordo e verrà inaugurato un monumento arboreo.

“I martiri sono nel nostro cuore” –dichiara il sindaco della città, Giorgio Gentilin. “Proprio per questo la targa che scopriremo è collocata nella porta d’ingresso del centro cittadino, visibile a tutti, monito per i più giovani e per chi dimentica le sofferenze di nostri connazionali” .

“Abbiamo scelto un modo assolutamente originale per commemorare i martiri delle foibe” aggiunge l’assessore alla Cultura, Mattia Pieropan. “E’ importante avere nella nostra piazza un significativo luogo del ricordo. Si tratta di un monumento verde, una pianta della terra istriana come simbolo di speranza e libertà. In particolare un “Arbutus Unedo”, alberello tipico di quella terra. Daremo così vigore al ricordo con un monumento che ha una propria vita. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare”.

Comune di Arzignano

Redazione web 10/02/2017

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui