Arzignano: Ponte di San Zeno, al via l’intervento.

resource

La campagna di analisi sulla struttura ha evidenziato come il danno sia limitato alla soletta del ponte: nelle prossime settimane si procederà con l’individuazione della ditta incaricata dei lavori e, quindi, con l’esecuzione dell’intervento.

A seguito del cedimento verificatosi sulla soletta del ponte lo scorso 5 giugno, sono state commissionate una serie di prove sulla struttura dello stesso, in esito alle quali si è potuto riscontrare come il danneggiamento sia limitato alla porzione originaria in calcestruzzo armato precompresso.

Il ponte, infatti, è costituito da due diverse tipologie strutturali, realizzate in epoche diverse: la porzione originaria (a valle) costituita da travetti in calcestruzzo armato precompresso intervallati da coppelle in cemento armato; la porzione in allargamento (a monte), di più recente costruzione, costituita da 4 travi principali in cemento armato, collegate da una soletta in cemento armato.

”La parte danneggiata è l’impalcato della porzione originaria” evidenzia l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Frigo. “La soletta si presenta pesantemente ammalorata e richiede il rifacimento totale. Con l’occasione verranno fatti anche degli interventi di consolidamento delle spalle”. 

Nello specifico l’intervento riguarda:

- le strutture verticali del ponte (spalle), dove verrà rimosso lo strato superficiale di calcestruzzo e successivamente verrà applicata un verniciatura anticarbonatazione ed uno strato di materiale di consolidamento;
- la soletta dell’impalcato, dove si prevede l’integrale demolizione dell’esistente, il rifacimento degli scarichi delle acque meteoriche e, quindi, la realizzazione di una nuova soletta in calcestruzzo armata con doppia rete elettrosaldata, connessa ai travetti prefabbricati esistenti, oltre all’inserimento di appositi giunti di dilazione ad inizio e fine ponte.

Il tutto sarà, infine, completato con il rifacimento dell’asfaltatura e la posa di nuovi parapetti.

”Il costo dell’intervento ammonta ad euro 99.400″ conclude l’assessore Frigo. “Nelle prossime settimane si procederà con l’individuazione della ditta esecutrice dei lavori e, quindi, con l’avvio del cantiere, indicativamente nella seconda metà di settembre. L’esecuzione dello stesso richiederà circa due mesi”.

”Cercheremo di fare il possibile per finire i lavori quanto prima, limitando i disagi al minimo” sottolinea il Sindaco Gentilin. “Si tratta di una situazione imprevista, dovuta all’usura della struttura: fortunatamente il danno è limitato e le conseguenze gestibili”.

 

 

Comune di Arzignano 3-8-2015

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui