ArzignanoChiampo: Grbac e Marchetti piegano il Calvi Noale

Calvi Noale

L’ArzignanoChiampo torna a sorridere coi tre punti grazie al successo per 2 a 0 sul Calvi Noale.

Primo tempo non bellissimo con un paio di buone occasioni non sfruttate, poi un inizio ripresa dirompente coi giallocelesti che hanno chiuso la pratica veneziana con un uno-due targato Grbac-Marchetti. I giallocelesti salgono così a quota 10 punti andando in doppia cifra in attesa delle due sfide difficili in casa del Belluno (domenica) e tra due settimane contro la capolista Triestina. Buone indicazioni per mister Beggio che conferma l’ottimo lavoro che sta facendo la sua squadra, sfortunata sette giorni fa a Tamai dove nonostante l’ottima prova non ha raccolto punti.

ARZIGNANOCHIAMPO-CALVI NOALE  2-0
ARZIGNANOCHIAMPO
: Kerezovic, Toso, Vanzo, Romio, Antinori, Sandrini (31′ st Martino), Marchetti (25′ st Bertoldi), Bortoli, Bernasconi, Maldonado, Grbac (39′ st Loria). All. Beggio.
A disposizione: Salsano, Carlotto, Tirapelle, Scanagatta, Santuari, Pegoraro.
CALVI NOALE: Fortin, Pilotto, Taddia, Griggio, Toso (13′ st Caraceni), Ndoj, Fiorica (13′ st De Piori), Bandiera, Fantinato, Chin, Barichello (25′ st Coraini). All. Soncin.
A disposizione: Fasolo, Manetti, Bellini, Rigato, Danieli, Marton.
ARBITRO: Nicolini di Brescia.
RETI: st 4′ Grbac (AC), 12′ Marchetti (AC).
NOTE: ammoniti Toso e Bernasconi (AC); Chin e Fortin (CN). Angoli 5 (AC), 7 (CN). Recuperi 2′ pt, 4′ st. Spettatori 300 circa.

La cronaca del match
Prima da titolare per Sandrini, qualche cambio nell’11 di mister Beggio che tiene fuori Bertoldi a recuperare dopo gli straordinari delle scorse gare. Tra le file dagli ospiti fascetta da capitano per il portiere Fortin, 42 anni e un passato tra i pro con le maglie di Treviso, Siena, Cagliari e Vicenza più una stagione anche in terra cipriota con la maglia dell’AEK Larnaca. Al 6′ il primo pericolo per la porta di Kerezovic, punizione dal vertice sinistro battuta da Taddia che si perde sul fondo. La risposta al 9′ arriva dal destro di Marchetti che punta sulla potenza ma pecca di mira, palla alta sopra la traversa. AL 10′ Marchetti mette in mezzo per Grbac che cicca il primo tira ma tiene la palla viva in area, selva di gambe dove arriva Bernasconi che calcia senza tanta convinzione e Fortin blocca in presa sicura. Al 13′ occasione d’oro per Bernasconi che parte sul filo del fuorigioco lanciato col contagiri, entra in area e tenta un colpo morbido con Fortin in uscita, palla alta di un nulla. Al 24′ punizione dal limite su lato corto sinistro della porta difesa da Kerezovic: batte Chin di destro direttamente in porta, deviazione della barriera che salva da un quasi gol fatto. Sulla ripartenza Maldonado vince un contrasto e lancia Bernasconi, Fortin esce dai pali con decisione e in modo pulito toglie la palla dai piedi dell’attaccante gialloceleste lanciato a rete. Per il numero 1 veneziano qualche problema e cure del medico sociale che lo ristabiliscono per continuare a giocare regolarmente. La partita si accende al 36′ quando Marchetti scende sul fondo e crossa sul secondo palo verso Grbac che non riesce a concludere. Al 42′ paratona di Fortin sulla conclusione potente al volo di Maldonado, ottimo l’invito di Marchetti per il compagno che trova nel potiere veneziano un muro insuperabile. Nel finale i giallocelesti spingono forte, occasione al 43′ anche per Grbac che salta un difensore e spara sicuro trovando però la schiena di Toso che gli nega il gol. Al 44′ ancora punizione insidiosa di Chin, bravo Kerezovic a non muoversi e a respingere coi pugni fuori area, ultimo brivido dei primi 45 minuti.
In avvio padroni di casa subito pericolosi con Marchetti che tocca con la punta e Fortin che blocca al petto sicuro, assist di Maldonado su tocco di Grbac. Al 3′ ancora il sette gialloceleste che si accentra e carica il destro, tiro smorzato che finisce tra i guantoni del portiere veneziano. Al 4′ il vantaggio: punizione perfetta di Grbac che uccide Spiderman e porta gioia alla tifoseria gialloceleste, destro perfetto che non lascia scampo all’esperto Fortin. Al 10′ applausi per Fortin che compie un autentico miracolo su Maldonado lanciato in porta da Bernasconi con un tocco perfetto, l’equadoregno entra in area solo e piazza un destro che il numero veneziano respinge. I giallocelesti spingono forte e trovano il meritato raddoppio al 12′ con Marchetti che sfrutta un errore della difesa ospite (liscio di Pilotto) e di potenza trafigge Fortin per la seconda volta, gara in discesa per i ragazzi di mister Beggio che hanno iniziato nel migliore dei modi la ripresa. Al 18′ occasione d’oro per gli ospiti con un colpo di testa solitario di Barichello all’altezza del dischetto del rigore, palla abbondantemente fuori e imprecazioni dei tifosi locali. Al 27′ il neo entrato Bertoldi sfonda sulla corsia sinistra palla per Maldonado che spara potente ma trova il corpo di Caraceni a dire di no. Al 33′ si gonfia la rete alle spalle di Kerezovic sul tiro di Caraceni, si alza però anche la bandierina dell’assistente sotto la tribuna e il gol viene annullato. Al 39′ punizione centrale potente di Bernasconi, Fortin coi pugni sventa la minaccia e si salva dal tris al passivo. Un minuto dopo ci prova Coraini, bravo Kerezovic ad alzare sopra la traversa concedendo soltanto il corner. Bernasconi nel recupero prova su punizione ma pecca di mira causa stanchezza, ultimo brivido di una sfida vinta con merito dai vicentini.

Ufficio Stampa ArzignanoChiampo

Redazione web 10/10/2016

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui