Brendola: cittadinanza attiva, a scuola sale in cattedra il Consiglio comunale

scuola_430

Un Comune come organo rappresentativo e partecipativo, di proprietà di tutti i cittadini, e quindi anche dei più giovani. A Brendola la cittadinanza attiva sale in cattedra, attraverso un progetto promosso dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la dirigenza dell’Istituto Comprensivo “Galilei”, che il prossimo sabato 20 febbraio porterà la seduta del Consiglio nell’aula magna dell’istituto “Galilei”.

In questo modo i ragazzi della secondaria avranno la possibilità di assistere da vicino a uno dei momenti più importanti della vita di un ente locale, assistendo dalla prima fila alle questioni comunitarie affrontate dalla seduta. L’obiettivo dell’iniziativa è duplice, e punta da un lato a insegnare agli studenti i meccanismi partecipativi che garantiscono il buon funzionamento di un Comune, e dall’altro a coinvolgere le nuove generazioni nella vita della politica locale, avvicinando gli adulti del domani alle scelte che cambiano la vita di comunità.

“Un Comune è davvero di tutti quando tutti si sentono partecipi – spiega l’assessore alla pubblica istruzione Barbara Tamiozzo – e quindi è nostro dovere insegnare ai giovani che la buona politica è vicina al territorio e non rimane chiusa nei palazzi”.

L’appuntamento è dunque in programma sabato 20 febbraio alle 11,15 nell’aula magna dell’istituto “Galilei” di Brendola. Tra i diversi argomenti all’ordine del giorno, si parlerà del rinnovo della convenzione a sostegno di Città della Speranza, iniziativa che Brendola ha promosso in qualità di capofila tra le amministrazioni dell’area berica a partire dal 2009.

“E sarà un’occasione di crescita anche per questo – conclude l’assessore Tamiozzo -: vogliamo che i ragazzi vivano da vicino l’importanza di sostenere, come comunità e come singoli cittadini, i progetti di un’associazione come Città della Speranza, i cui valori devono illuminare sempre la strada del percorso formativo di ognuno di noi”.

 
Ufficio Stampa Comune di Brendola

Redazione web 17-2-2016

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui