Brendola rinnova il gemellaggio con Fondazione Città della Speranza

CittaSperanza2

Brendola e Fondazione Città della Speranza ancora insieme, per tanti progetti di sensibilizzazione del territorio e di sostegno alla ricerca contro le malattie oncoematologiche in età pediatrica.
Nell’aula magna delle scuole medie “Galilei”, davanti agli alunni dell’Istituto, l’Amministrazione ha approvato il rinnovo del gemellaggio che per altri 5 anni legherà il Comune alle iniziative dell’associazione, nell’ambito dello speciale consiglio comunale “fuori sede” per avvicinare i giovani agli aspetti sociali della vita politica locale.

Un accordo non direttamente oneroso, come nelle intenzioni della stessa associazione, ma che prevede da parte dell’ente coinvolto l’impegno diretto a promuovere e a sostenere con massimo sforzo tutti i progetti e le campagne informative realizzate tra le realtà locali da Città della Speranza, per dare massima visibilità alla “mission” della fondazione.

Per Brendola si tratta in realtà della nuova formalizzazione di un impegno già assunto a partire dal 2009, quando il Comune, siglando il primo gemellaggio tra i territori dell’area berica, s’impegno in prima linea anche per coinvolgere un numero sempre maggiore di altri enti territoriali. Oggi la quasi totalità delle Amministrazioni dell’area ha seguito o seguirà presto l’esempio brendolano.

L’ingresso di Brendola si deve in particolare ai contatti nati attraverso la locale associazione “Il senso della vita”, che porta avanti operativamente i progetti di Città della Speranza che coinvolgono Brendola e i Comuni contermini.

“Città della Speranza è un’associazione concreta – aggiunge il sindaco di Brendola Renato Ceron – che fa, e i risultati che raggiunge con il lavoro di ogni giorno sono sotto gli occhi di tutti. Entrare in questa squadra vuol dire sentirsi parte, anche con piccoli gesti come il nostro, del progresso nella ricerca che cambierà la vita di molti bambini di oggi e domani”.

 

 

 

Ufficio Stampa Comune di Brendola

Redazione web 22-2-2016

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui