Bretella: i lavori punto per punto

È da poco arrivata la notizia dell’affidamento del progetto della cosiddetta «Bretella Chiampo-Arzignano». Ma cos’è precisamente? E soprattutto in cosa consisteranno i lavori? Si tratta di un by-pass di cui si parla dall’inizio degli anni ’70 e una cui iniziale progettazione risale agli anni ’90. Un’opera che dovrebbe migliorare sensibilmente i gravi problemi viabilistici che affliggono l’asse viario della Valchiampo, da realizzare sulla destra Chiampo per creare uno sfogo al traffico in caso d’incidenti, alleggerire il flusso veicolare sulla provinciale 43 e dividere parzialmente il traffico civile da quello industriale, commerciale e artigianale. Nel protocollo siglato dai due Comuni, si prevede, oltre alla realizzazione del by-pass, anche la riqualificazione di via dei Mille e via dell’Industria di Arzignano e interesserà un tratto di circa 3 chilometri.

L’opera si dividerà in tre tronconi:

1) Costruzione di una nuova bretella, con annessa rotatoria, nel tratto da via Fiume – Comune di Chiampo – verso via Rancan – Comune di Arzignano – e nuovo ponte di collegamento con la Zona Industriale di Chiampo

La nuova bretella comprende una rotatoria costituita da due corsie con diametro interno di 17,5 metri. Sui lati esterni Nord Est e Nord Ovest della rotatoria è previsto un marciapiede pedonale. Delle vie che si dipartono dalla rotatoria di progetto è prevista la realizzazione di un marciapiede, per dare continuità al traffico pedonale lungo l’asse proveniente da Arzignano in direzione Chiampo e zona dei Bioli Bassi. Il tratto che va dalla nuova rotatoria a via Bioli Bassi è di 55 metri. È previsto un nuovo ponte che attraversa il torrente Chiampo e collega la nuova bretella, da via della Miniera, all’altra bretella in direzione San Zeno nel comune di Arzignano. Il nuovo manufatto è con struttura in acciaio ad archi a via inferiore, in modo da invadere l’alveo il meno possibile rispetto al torrente Chiampo, infatti questa tipologia permette un’agevole superamento della tratta, limitando al massimo l’invasione del sedime del torrente, da parte delle strutture portanti, mantenendo inalterata la sezione idraulica.

2) Riqualificazione di via Dei Mille, Largo Stazione e via Kennedy dalla rotatoria di San Zeno alla rotatoria di via Kennedy

L’intervento in questione va a ridefinire un tratto di viabilità esistente, in un ambito di carattere prevalentemente residenziale e commerciale in cui risulta evidente la necessità di eliminare qualsiasi commistione tra i diversi flussi veicolari – commerciali e di residenza -. A questo proposito si prevede l’allargamento dell’attuale carreggiata stradale fino ad ottenere tre corsie di marcia, con possibilità di gestirne una sia per l’immissione in via dei Mille che per accedere alle vie laterali. La piattaforma stradale di scorrimento viene composta da due corsie di 3 metri e mezzo, per lo scorrimento principale e da una da 3 metri per le immissioni. È prevista una pista ciclopedonale sul lato delle abitazioni, di 3 metri, demolendo l’attuale marciapiede. Il tratto comprendente via Kennedy, il breve tratto interno di via dei Mille e Largo Stazione viene ridisegnato, al fine di rendere il nodo più scorrevole nei confronti del traffico pesante e più permeabile alla viabilità leggera diretta alle residenze e ai servizi commerciali interni, mediante adeguamento del tracciato principale e nuovo incrocio con via Kennedy.

3) Riqualificazione di via dell’Industria dalla rotatoria di via Kennedy alla rotatoria della Zona Industriale, compresa nuova rotatoria fino all’intersezione con via Colombo

L’intervento riguarda la riqualificazione di una dorsale che parte dalla rotatoria di via Kennedy fino alla rotatoria della Zona Industriale di Arzignano, per una lunghezza di 1200 metri. La strada, da un punto di vista viario, è particolarmente importante per il transito di mezzi pesanti che transitano da Arzignano verso Chiampo e viceversa. L’ambito del tracciato ricade principalmente in un carattere prevalentemente commerciale e residenziale, pertanto si prevede l’allargamento dell’attuale carreggiata di due corsie in modo da ottenerne quattro, due per senso di marcia, facilitando gli accessi e le uscite verso e dalle attività presenti. Le dimensioni delle quattro corsie di marcia sono previste di 3 metri e mezzo ciascuna, più due banchine da mezzo metro, con ricavo di una pista ciclabile avente una larghezza di 2 metri e mezzo, sul lato destro, verso la rotatoria della Zona Industriale. È altresì previsto un marciapiede di un metro e mezzo sul lato opposto. La nuova bretella comprende anche una rotatoria nell’intersezione con via Colombo, per collegare più agevolmente Villaggio Giardino con la nuova bretella.

 

Altri interventi saranno:

-Nuova bretella sulla valle del Parnese, dalla rotatoria di via Fiume – Comune di Chiampo – verso la rotatoria di San Zeno – Comune di Arzignano -, di collegamento tra i due Comuni

-Nuovo ponte sulla bretella che attraversa la Valle dei Sandri

– Nuovo tratto di collegamento con la bretella e via Marchetti

 

 

 

 

Redazione web
25/03/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui