Cade una palla di fuoco dal cielo: mistero a Treviso

0
7
 photo palladifuoco_meteosestola--190x130_zps66490468.jpg
Il fenomeno in cielo pubblicato dalla pagina Facebook di Meteosestola.it

Una palla di fuoco ha illuminato per circa 5 secondi la scorsa notte i cieli di Treviso e di tutto il Veneto. Forze dell’ordine e pompieri hanno ricevuto una miriade di telefonate dai cittadini spaventati.

La palla di fuoco era un bolide, ovvero una meteora ad alta luminosità, entrato in collisione con l’atmosfera a decine di chilometri d’altezza (circa 80) che frammentandosi ha originato un boato che ha svegliato di soprassalto centinaia di cittadini.

Decine le chiamate alla centrale operativa dei vigili del fuoco che assieme a carabinieri e polizia hanno effettuato sopralluoghi tra Casier, Monastier e San Biagio di Callalta dove, negli stessi minuti, si sono registrati alcuni piccoli incendi. I roghi, è stato appurato, non avevano nulla a che fare con la meteora, vista anche a centinaia di chilometri di distanza.

Il controllo dei pompieri, supportato dal nucleo provinciale Nbcr, non ha portato all’individuazione di materiale caduto.

L’evento, registrato dall’osservatorio dell’Uai (Unione Astrofili Italiani) di Scorzè, è avvenuto alle 2,12.

«Il meteoroide è entrato in atmosfera probabilmente sui cieli del mare Adriatico con una velocità alquanto lenta – spiega Enrico Stomeo, responsabile del servizio meteore dell’Uai -. Dopo un volo di quasi 5 secondi, la meteora ha mostrato una prima grossa esplosione che ha illuminato a giorno il cielo, seguita da altre minori in sequenza e dalla frammentazione del corpo. Alcuni testimoni in Veneto hanno riferito di aver udito rumori (tipo boati) dopo il passaggio del bolide. Nell’immagine è mostrata la somma di alcuni frame, escludendo quelli relativi al momento della brillantissima esplosione, che ha ovviamente saturato il campo ripreso».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Corriere della Sera.it

Redazione web 03-09-2013

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here