Caritas: Prix dona 400 quintali di pasta alle famiglie in difficoltà

Beneficiarie le Caritas del Triveneto e della Lombardia operanti nei Comuni in cui sono presenti i punti vendita della catena di supermercati.

Da Prix un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus. La catena di supermercati nata 49 anni fa e che conta 155 punti vendita nel Triveneto (prima catena per numero di punti vendita) e 17 in Lombardia, per un totale di 1200 dipendenti, ha donato 400 quintali di pasta alle Caritas operanti nei 137 Comuni in cui è presente il marchio Prix.

Le confezioni di pasta sono state consegnate questa mattina nel magazzino di Prix a Montegalda (VI) da Giuliano Fosser (uno dei sei fratelli e soci proprietari dell’azienda) e da Riccardo Spluga, direttore marketing, alla delegazione Nord-Est di Caritas Italiana, rappresentata dal direttore di Caritas Diocesana Vicentina don Enrico Pajarin.

Sarà a cura della delegazione Nord-Est di Caritas lo smistamento della pasta alle Caritas diocesane di Vicenza, Padova, Venezia, Treviso, Verona, Belluno, Rovigo, Udine, Trento, Brescia, Bergamo, Monza e Milano, che successivamente la distribuiranno anche alle Caritas parrocchiali che ne faranno richiesta per rispondere alle richieste di aiuto provenienti dal territorio, nello specifico in quei Comuni in cui è presente un supermercato Prix.

“Per Caritas si tratta di una donazione veramente importante – afferma don Enrico Pajarin -, perché risponde alla reale emergenza di questo momento, ossia la difficoltà di accedere al bene primario del cibo da parte di numerose famiglie piegate dalla crisi socio-economica e lavorativa scatenata dall’emergenza coronavirus. Ogni giorno tocchiamo con mano le nuove povertà, registrando un sensibile aumento di richieste della borsa della spesa. Grazie dunque a Prix e alla famiglia Fosser per questo esempio di attenzione verso il territorio”.

In questo periodo non è l’unico esempio di solidarietà da parte di Prix: in una cinquantina di punti vendita è infatti già attivo il progetto “SOS Spesa”, tramite il quale i clienti possono donare prodotti e generi alimentari che poi vengono distribuiti ai Comuni e ad associazioni caritative, tra le quali Caritas, per rispondere anche in questo caso ai bisogni delle famiglie in difficoltà ed il progetto verrà esteso anche a tutti gli altri punti vendita della catena.

Per restare in tema di solidarietà Prix ha fatto lo sconto del 10%  su tutti i buoni spesa emessi dai Comuni per aiutare le persone in difficoltà con un risparmio per le famiglie  di oltre 100.000 euro ed ha donato 50.000 euro di mascherine alle Regione Veneto per la Protezione Civile.

Redazione web
07/05/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui