Covid-19 e solidarietà: due ecografi all’ospedale grazie al Rotary

Una sovvenzione globale per l’acquisto di 18 ecografi polmonari portatili, distribuiti agli ospedali per far fronte all’emergenza sanitaria legata al Covid-19, ma utilizzabili anche a pandemia finita: è l’iniziativa lanciata dal Distretto Rotary 2060, che riunisce 89 Club del Nord Est Italia (Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige/Südtirol, Veneto). L’iniziativa ha consentito di raccogliere complessivamente oltre 269.000€ (305.000$).

“Siamo una comunità internazionale che ha nel proprio Dna la volontà di affrontare grandi temi, soprattutto legati alla salute – sottolineano dal Distretto Rotary 2060 –. l’eradicazione della polio è uno degli esempi più significativi e prolungati nel tempo di questo nostro impegno. La recente pandemia ha aperto ulteriori sfide che abbiamo cercato di cogliere, mettendoci al lavoro per elaborare risposte concrete, efficaci e durature, unendo, come sempre, passione, integrità e competenza”.

Per il Vicentino hanno sostenuto l’iniziativa i Rotary Club Vicenza, Vicenza Berici, Vicenza Palladio, Valle dell’Agno e Arzignano. Al Global Grant, che ha visto capofila il Rotary Club di Feltre, hanno aderito anche il Distretto 2490 (Israele) e i Rotary Club Haifa, Nazareth e Tel Aviv/Afeka AvivTek.

Gli ecografi sono stati donati agli ospedali di ogni Area del Distretto: per Vicenza è stato scelto il Pronto Soccorso dell’ospedale di Arzignano, dove venerdì 3 luglio si è tenuta la cerimonia di consegna dei due apparecchi, completi di sonde e tablet. Erano presenti, tra gli altri, il direttore del Pronto Soccorso dell’ospedale di Arzignano, dottor Paolo Segalina; l’assistente del Governatore Distrettuale, Fabio Anversa; il presidente uscente del Rotary Club Vicenza, Sante Marcante; il presidente del Rotary Club di Arzignano, Andrew Thomas Arduini, e il past president Luciano Pastorello.

 


Redazione web
07/07/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui