Danni maltempo: il sindaco sollecita il governo

I ristori non arrivano, ma il comune insiste. Il sindaco di Arzignano, Alessia Bevilacqua, ha sollecitato il Dipartimento di Protezione Civile nazionale affinché adotti tutte le azioni necessarie ed opportune alfine dare la massima accelerazione all’iter per l’erogazione dei contributi richiesti e comunque di avere un aggiornamento circa le tempistiche ipotizzabili.

L’ANTEFATTO. Come è noto, la tempesta dello scorso 29 agosto ha investito in pieno il territorio di Arzignano, danneggiando non solo edifici pubblici e alberature, ma anche edifici privati. Un danno enorme, di diversi milioni di euro, che pesa sulla comunità e per il quale moltissimi cittadini hanno presentato una relazione dettagliata, attendendo un risarcimento. I danni, sono nell’ordine:

Prima ricognizione sommaria

  • Privati: 557.590,78 euro
  • Attività economiche e produttive: 4.528.772,94 euro

Seconda ricognizione individuando le priorità:

  • Privati: 6.357.734,88 euro
  • Attività economiche e produttive: 3.479.826,20 euro

IL COMMENTO. «La nostra comunità è stata colpita da una devastante calamità ad agosto – le parole del sindaco, Alessia Bevilacqua – e si aspetta che le istituzioni adottino tutte le azioni necessarie affinché il Comune e i cittadini che hanno subito danno ricevano un ristoro o perlomeno conosca le tempistiche per un’eventuale assegnazione degli stessi. I danni subiti dai privati cittadini e dalle aziende sono rilevanti e spesso si aggiungono a quelli determinati dalla pandemia covid-19. Anche per questo riteniamo di aver diritto ad una risposta rapida che possa dare sollievo a molte famiglie e a molte realtà economiche della nostra città».

 

Redazione web
30/40/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui