Dipendenza da Facebook

0
8

 photo url_zps92dd267d.jpeg

I ricercatori dell’università di Winchester hanno condotto uno studio per capire se Facebook causa dipenza, e sembra proprio che sia così. Ne parla The Telegraph.

I ricercatori dell’università di Winchester hanno chiesto ad alcune persone di non utilizzare i loro account per quattro settimane.

Il risultato è che si sono sentiti “fuori dal mondo”, una donna ha perfino dichiarato: “Organizzo la mia vita attraverso Facebook e non ho comunicato con la mia famiglia per tutta la settimana”.

“Le mie dita quando scorrono il telefono sembra che vadano da sole sull’applicazione di Facebook” ha detto un’altra testimone.

David Giles, autore dello studio ha dichiarato: “Un uso massiccio del social network non è da considerarsi per forza preoccupante. Alcuni sostengono che la dipendenza stia rovinando la vita delle persone ma quelli che questi ‘tossicodipendenti’ fanno on-line è solo profondamente sociale”.

Giles sostiene che l’utente medio di Internet gestisce la sua vita sociale e le relazioni on-line come meglio crede, certo “la moderazione” gioca un ruolo essenziale anche se l’abbandono dei social network ha provocato vere e proprie crisi di astinenza nei partecipanti.

C’è anche chi ha tratto giovamento dal non accedere a Facebook, ad esempio un utente ha ammesso di aver trascorso un tempo maggiore in compagnia della figlia.

Chi era preoccupato dall’abbandonare Facebook e Twitter ha anche ammesso di aver invece visto “molto di più” i suoi amici.

Secondo i risultati della ricerca, abbandonare Twitter è stato molto più facile rispetto all’abbandonare Facebook.

Il dottor Giles ritiene che le persone saranno costrette ad accettare i social network come parte integrante dell’esistenza.

Giornalettismo.com

Redazione web 12-04-2013

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here