Don Airey dei Deep Purple ad Arzignano – l’intervista

purple-don-airey-corbis-630-80

Venerdì 27 marzo al Teatro Mattarello di Arzignano si esibirà la leggenda vivente Don Airey, tastierista dei Deep Purple. Di seguito uno stralcio dell’intervista che uscirà nel prossimo numero del Corriere Vicentino.

Ha iniziato a suonare in crociera, come ha fatto a passare al rock?

Una volta guadagnati soldi a sufficienza per comprare un posto dove vivere, mi sono trasferito a Londra nella speranza di trovare una rock band. Ho suonato in giro per la città per circa sei mesi e alla fine ho avuto la fortuna di incontrare Cozy Powell. Tutto è partito da lì.

Ora suona in una band che ha fatto la storia. Cosa significa per lei?

È come giocare per l’Inghilterra. Ti senti addosso una grande responsabilità per la storia della band e ciò che ha realizzato nel corso degli anni. Cerco di mantenere intatte le tradizioni legate allo stile musicale dei Deep Purple.

Non dev’essere facile indossare i panni di Jon Lord.

È stato paradossalmente più facile all’inizio. Con gli anni per qualche motivo è diventato più difficile. Jon era un musicista e una persona veramente sorprendente, musicalmente molto articolato, pieno di umorismo, oltre a essere un leader naturale.
Assumere tutti questi ruoli è stata una dura prova, ma anche molto piacevole e stimolante.

 

prevendite presso:

SHOEGAZE STUDIO via trieste n° 24 Arzignano
349.4234300
info@shoegazestudio.com

evento realizzato dal centro musicale polifunzionale Shoegaze Studio

www.shoegazestudio.com

 

 

Giuseppe Signorin

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui