Donati 500 alberi per la Giornata Mondiale della Terra

500 alberi donati alla Valle del Chiampo. Così il Gruppo Mastrotto ha voluto celebrare la Giornata Mondiale della Terra, confermando il proprio impegno sul fronte sostenibilità.

IL PROGETTO. La donazione rientra nel progetto “Le radici del futuro: cinquecento alberi per il territorio”: 300 alberi andranno ai propri dipendenti, che potranno ordinarli online, riceverli direttamente a domicilio, piantarli e vederli crescere nei propri giardini, mentre i rimanenti 200 hanno trovato dimora nel Parco dello Sport “Giacomo Pellizzari” di Arzignano e lungo la pista ciclopedonale che unisce i Comuni di Arzignano e di Chiampo. Gli alberi sono stati scelti in modo da adattarsi al meglio al territorio che dovrà accogliergli e da favorire il più possibile la biodiversità: 100 ciliegi cresceranno nel Parco dello Sport “Giacomo Pellizzari”, mentre il percorso ciclopedonale che porta a Chiampo sarà arricchito con 20 ciliegi, 20 cornioli, 15 carpini bianchi e 15 tigli, per un totale di 70 alberi. Gli ultimi 30 saranno invece messi a dimora in autunno.

LA CERIMONIA. L’Inaugurazione si è tenuta questa mattina ed è stata organizzata in due momenti: il primo ad Arzignano, proprio nel Parco dello Sport “Giacomo Pellizzari”, ed il secondo a Chiampo sulla via ciclopedonale. In entrambe le occasioni è stata scoperta una targa a ricordo dell’iniziativa, alla presenza di Alessia Bevilacqua e Giovanni Lovato, Sindaco e Assessore all’Ambiente di Arzignano, e di Matteo Macilotti, Filippo Negro e Massimo Masiero, Sindaco, Vicesindaco e Assessore all’Urbanistica del Comune di Chiampo. In rappresentanza di Gruppo Mastrotto è intervenuta la Presidente Chiara Mastrotto.

L’OBIETTIVO. L’iniziativa serve a supportare le amministrazioni comunali di Arzignano e di Chiampo nella lotta all’inquinamento atmosferico e alla perdita della biodiversità. L’obiettivo è diffondere un modello di “forestazione diffusa” in grado di migliorare realmente l’ambiente e quindi la qualità della vita di tutti suoi abitanti. Sarà dunque donato al territorio un totale di 500 alberi che porteranno a un beneficio di circa 10.000 kg di CO2 assorbita, pari a più di 35.000 gr di polveri sottili all’anno catturate, contribuendo anche a garantire un habitat fondamentale per le api urbane.

LE DICHIARAZIONI. «Siamo convinti che si debba tutti insieme cercare di lasciare alle nuove generazioni un mondo migliore di quello che abbiamo oggi – ha dichiarato Chiara Mastrotto, Presidente di Gruppo Mastrotto -. Per questo ci è sembrato giusto dare un sostegno concreto ad un’iniziativa che fa parte delle azioni attive intraprese dalle nostre amministrazioni per raggiungere quell’obiettivo di riduzione del 40% delle emissioni di CO2 entro il 2030 fissato dall’Unione Europea. Ma questo progetto di forestazione diffusa rappresenta per noi una tappa, certamente significativa, ma che si inserisce in una visione più ampia che vede Gruppo Mastrotto lavorare da anni, con continuità, in Italia e all’estero, sui temi della sostenibilità e della responsabilità sociale di impresa, aspetti sui quali continueremo ad investire in futuro. Ma altrettanto importanti per noi sono le persone, partendo proprio da quelle che lavorano con noi: per questo abbiamo voluto dare in dono ai nostri dipendenti la maggior parte degli alberi oggetto di questa iniziativa».

«Un grazie speciale al Gruppo Mastrotto – ha aggiunto l’Assessore all’Ambiente, Giovanni Lovato -. Il Parco dello Sport è un punto di riferimento per quanti amano la natura e l’esercizio fisico. La loro donazione è un esempio da imitare ed è un segno della sempre maggior sensibilità delle nostre aziende per l’Ambiente».

 

Redazione web
22/04/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui