Eventi estivi a Montecchio

Unknown

Gli eventi della stagione culturale estiva di Montecchio Maggiore dal 22 al 27 luglio.

Martedì 22 luglio e domenica 27 luglio ore 20 – 21,30.
Priare dei Castelli
ROMEO E GIULIETTA itinerante
Coordinamento e regia di Anna Zago, con Piergiorgio Piccoli, Aristide Genovese, Anna Zago e con Daniele Berardi, Anna Farinello, Max Fazenda, Daniela Padovan, Matteo Zandonà, Gigliola Zoroni – duelli a cura di Compagnia L’Archibugio.
L’amore più appassionato, quello di Romeo e Giulietta, cantato da William Shakespeare, il più grande dei poeti. Uno spazio fuori dal tempo, affascinante e misterioso, le Priare di Montecchio Maggiore, cave scavate nella roccia proprio al di sotto dei due castelli che, da secoli, evocano la memoria di quell’infelice, indimenticabile amore. La loro partico­lare conformazione, tra ambienti di varia dimensione sapientemente illuminati, fornirà scenari di grande impatto visivo e acustico per la messinscena itinerante del capolavoro shakespeariano. Una scena dopo l’altra, lungo un percorso guidato tra le gallerie, le scene salienti dell’opera si succederanno, raccontando il giovane amore tra la bella Giulietta e l’appassionato Romeo, i contrasti tra le loro famiglie, i sogni di libertà dei due cuori prigionieri d’un odio non loro, le nozze segrete, lo struggente epilogo.
Le Priare presentano una temperatura media compresa tra i 12 ˚C e i 15 ˚C. Si invitano gli spettatori ad abbigliarsi in modo adeguato.
Biglietti: euro 12,00 (intero), euro 10,00 (ridotto over 60, under 30) e euro 5,00 bambini fino ai 12 anni.
Evento realizzato da: Theama Teatro con il patrocinio della Città di Montecchio Maggiore.
Info: Theama Teatro – info@theama.it – 0444 322525.

Mercoledì 23 luglio ore 21.
Parco di Villa Ceccato
RI-ASCOLTO DUNQUE RI-PENSO
Serata dedicata a Silvio Ceccato
Ri-ascolto, dunque ri-penso. I “suggerimenti” di Silvio Ceccato per arricchire l’ascolto della musica classica con una nuova consapevolezza della nostra mente. Presentazione di Gianclaudio Lopez.
La serata presenterà una antologia degli interventi di Silvio Ceccato alle trasmissioni RAI della serie “Ascolto dunque penso”, trasmesse dalla Sala concerti del Conservatorio di Milano (1984-1985). Verranno presentati quattro spezzoni delle memorabili “lezioni” musicali di Silvio Ceccato, seguiti da un’esibizione dal vivo del Satz Quartet, (flauto, violino, viola e violoncello) che eseguirà musiche di W. A. Mozart e F. Schubert ispirate al contenuto dei filmati.
Biglietti: euro 8,00 (intero) euro 5,00 (ridotto over 60, under 30).
In caso di maltempo l’evento sarà rinviato a giovedì 24 luglio.
Evento realizzato da: Biblioteca Civica e Centro Studi Silvio Ceccato.
Info: villaceccato@gmail.com

Giovedì 24 luglio ore 21.
Rustici di Villa Cordellina Lombardi
POMO PERO, DIME ‘L VERO
Compagnia Terracrea
Prosa veneta. Liberamente tratto da Luigi Meneghello con Valerio Mazzucato e Laura Cavinato – Regia di Giorgio Sangati.
Meneghello, con i suoi testi, propone un viaggio popolare e coltissimo, esilarante e commovente nell’infanzia di un Nord-Est che non c’è più. Con un’ironia che solo la distanza (geografica e anagrafica) può dare, ci racconta i suoi ricordi di bambino in un piccolo paesino del vicentino, Malo. In questo percorso a ritroso nella sua memoria personale attraversa territori universali: l’epica della nascita, la scoperta del linguag­gio, il trauma della scuola, il

brivido della sessualità, il potere repressivo della religione, l’entusiasmo e la violenza dei giochi e l’onnipotenza della morte.
Biglietti: euro 8,00 (intero), euro 5,00 (ridotto over 60, under 30).
In caso di maltempo c/o sala interna del complesso della villa.
Evento realizzato da: Theama Teatro con il patrocinio della Città di Montecchio Maggiore.
Info: Theama Teatro – info@theama.it – 0444 322525.

Venerdì 25 luglio ore 21.
Piazza Marconi
ETTA JAMES SUNRISE TRIBUTE IN CONCERTO
Stephanie Océan Ghizzoni voce – Cristiana Borio tastiere, cori – Donatella Badan cori – Daniela Zatta cori – Barry Robinson basso – Christian Paganotto batteria – Filippo Bricolo piano e hammond – Luigi Cerpelloni – chitarra – Mauro Rossetto sax tenore.
Nel nome di Etta… “Siamo quello che abbiamo ascoltato. Nasciamo e cresciamo ognuno con un padre o una madre d’arte destinati a diventare compagni inseparabili nel nos­tro cammino, la nostra luce nei momenti bui. A volte siamo noi a scegliere loro, a volte sono loro a scegliere noi. Avevo 8 anni, Etta mi arrivò inizialmente come voce anonima, attraverso la colonna sonora del film ‘’Ritorno al futuro’’. Il ricordo indelebile e osses­sivo di quel brano, ‘’Wallflower’’ e di quel timbro di voce morbido e potente al tempo stesso. Quel suono mi rimase dentro e addosso per anni. Mi colpì senza pietà con pas­sione e grazia, affascinandomi quando ancora non sapevo che avrei cantato tutta la vita. Soltanto parecchi anni dopo scoprii che la voce era quella di Etta”.
Ingresso Libero.
In caso di maltempo c/o Teatro Sant’Antonio.
Evento realizzato da: Comune di Montecchio Maggiore, Associazione Majoris, Pro Loco Alte Montecchio.
Info: Ufficio Cultura 0444 705737; 333 2729893; manifestazioni@comune.montecchio-maggiore.vi.it.

Sabato 26 luglio ore 21,30.
OperaEstate Cinema al Castello di Romeo.
LEI
(U.S.A., 2013) di Spike Jonze con Joaquin Phoenix, Scarlett Johansson, Amy Adams, Rooney Mara, Olivia Wilde, Caroline Jaden Stussi, Laura Meadows, Portia Doubleday (durata: 126’)
Spike Jonze dirige un mélo raffinato che narra di un amore umano/postumano. Sul manifesto la parola “Lei” campeggia sotto il volto di un sempre straordinario Joaquin Phoenix: è lui che conta, perché questa è un’intensa opera tragica sul so­lipsismo. In un futuro non molto lontano, lo scrittore Theodore acquista un nuovo sistema operativo in grado di soddisfare tutte le esigenze degli utenti. Con grande sorpresa, Theodore si ritrova coinvolto in una inaspettata relazione sentimentale con la voce del sistema operativo. Nel buio della sua camera da eterno adolescente, tra linee minimal di design, superfici levigate e camicie monocromo, il protagoni­sta crea un mondo semplificato, alienato e privilegiato, ridotto al cruccio senti­mentale. Una ricerca di piacere, squarciata dalla realtà che sgretola ogni finzione cibernetica. “Lei” canta i dolori di un uomo chiuso in sé, mentre il mondo è ridotto a struggente riflesso. Racconta una solitudine definitiva, senza ritorno che strazia e commuove.

InMontecchio.com

Redazione web 21-07-2014

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui