Falsifica il contrassegno disabili: denunciato un 63enne

Contrassegno disabili

Nuovo caso di contrassegno disabili contraffatto. Gli agenti della Polizia locale dei Castelli hanno denunciato un 63enne residente a Sovizzo per fabbricazione e uso di atto falso. L’uomo aveva, infatti, falsificato il contrassegno disabili della madre morta già da 4 anni partendo dal tagliando ormai scaduto.

«Ottimo lavoro della nostra Polizia locale. – afferma il sindaco di Montecchio, Gianfranco Trapula – Falsificare il contrassegno disabili per poter parcheggiare comodamente è già di per sé un atto spiacevole, approfittare addirittura della scomparsa di un proprio caro per trarne personale vantaggio lo è ancora di più».

L’uomo, sanzionato anche per utilizzo abusivo di parcheggio riservato (87 euro e due punti in meno sulla patente), aveva posteggiato la propria auto negli stalli riservati ai veicoli per persone invalide vicino a un esercizio commerciale lungo la S.R. 11. Sul cruscotto aveva esposto un contrassegno apparentemente valido, ma che è risultato subito sospetto agli occhi ormai esperti uomini della Polizia locale dei Castelli impegnati negli ordinari controlli per contrastare il fenomeno dell’utilizzo dei posti di sosta riservati. Il reato di fabbricazione e uso di atto falso prevede la reclusione fino a tre anni.

Redazione web
05/10/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui