Fermato il veneziano che commerciava teschi dal Burundi

 photo imgres_zpsc40fff11.jpeg

 Una quarantina di teschi umani sono stati trovati dalla polizia del Burundi nella casa di un antiquario, Giuseppe Favaro, di origini veneziane, da molti anni residente nel Paese africano dove commercializza oggetti d’arte tribale.

L’uomo è stato fermato una decina di giorni fa perché ha cercato di inviare un pacco in Thailandia contenente due teschi.

L’inchiesta ha appurato che i reparti umani sono stati ceduti a Favaro da un congolese per 50 dollari.

 

 

Ansa.it

Redazione web 11-11-2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *