Festa di San Biagio: l’1 e il 2 febbraio a Montorso

0
1

 photo Banner_zps04210ace.jpg

Montorso Vicentino si appresta a festeggiare il santo patrono. Sabato 1 e domenica 2 febbraio in Villa Da Porto va in scena la Festa di San Biagio, accompagnata dalle specialità gastronomiche del paese.

L’Amministrazione comunale, in collaborazione con Parrocchia, Pro Loco, Coldiretti, Protezione Civile e Associazioni d’Arma, ha infatti voluto dare valore ad un antico alimento molto usato nel passato, ossia le “composte”. Si tratta di una particolare trasformazione delle verze, che dopo un’adeguata preparazione vengono messe a fermentare nella “graspia”. Proprio per la loro particolarità, le “composte” sono state dichiarate prodotto D.E.C.O. Accanto alle “composte”, sarà possibile gustare anche il torello allo spiedo.

Il ricavato della manifestazione sarà devoluto alla Parrocchia di Montorso a favore della Scuola per l’Infanzia.

Questo il programma completo della festa

Sabato 1 febbraio

Ore 17,00: preparazione ed accensione del fuoco per lo spiedo in Villa Da Porto con la “collaborazione” dei ragazzi delle scuole. Vin brulè, cioccolata calda e tè offerti dalla Pro Loco.

Ore 19,30: S. Messa in chiesa.

Ore 20,30: in chiesa concerto del coro polifonico “San Biagio” di Montorso e del coro “Antonio De Vecchi” di Cinto Caomaggiore (Ve) diretto dal maestro Luciano Bertuzzo.

Domenica 2 febbraio

Ore 10,00: apertura mostra mercato dei prodotti tipici locali ed etnici.

Ore 10,30: S. Messa nella chiesa arcipretale di Montorso.

Dalle ore 11,30: “Aperitivo offerto dal fantasma” nelle cantine di Villa Da Porto per chi partecipa al pranzo (in collaborazione con il Gruppo Ristoratori).

Ore 12,00: pranzo paesano “A tavola con il torello allevato a Montorso” (solo su prenotazione). Intrattenimento “Ridendo e scherzando”.

Nel pomeriggio, nelle cantine di Villa Da Porto, un casaro produrrà il formaggio, mentre nel cortile antistante Villa Da Porto sarà possibile visitare l’esposizione “Le balle di Montorso: fantasia e… “, realizzata dai ragazzi delle scuole di Montorso.

Particolarmente significativo il concerto di sabato 1 febbraio alle 20,30 in chiesa del coro polifonico “San Biagio”, che con questo appuntamento inaugura il lungo anno di eventi per festeggiare i 30 anni dalla fondazione.

Questa la nota del responsabile del comitato per il trentennale, Daniele Modini, che illustra la storia del coro e gli impegni del 2014: Il “Coro Polifonico S. Biagio” nasce nel 1984 per volontà dell’allora arciprete don Giovanni Guerra, principalmente con finalità liturgiche. Nel corso degli anni e particolarmente dal 2006, sotto la guida del maestro Francesco Grigolo, si è imposto come realtà di eccellenza nel panorama corale veneto e nazionale, raggiungendo importanti risultati quali il 1° premio al concorso nazionale “E. Martignon” di S. Maria di Sala (Ve) e la fascia di “distinzione” al “6° Festival della Coralità Veneta” nel 2010 e la “Fascia Argento” (sezione polifonia sacra/programma storico) al 30° concorso nazionale corale “F. Gaffurio” di Quartiano (Lo) nel 2012. Dal 2013, in collaborazione con l’associazione “Pantarhei” di Vicenza e grazie ad una convenzione con l’Amministrazione comunale, ha avviato una scuola di musica presso la sede del coro a Montorso, allo scopo di promuovere la cultura musicale nel proprio territorio. Nel 2014, per festeggiare degnamente i 30 anni di attività raggiunti ed intendendo condividere questo traguardo con la comunità e tutti coloro che lo sostengono, il coro, attraverso un comitato appositamente costituito, ha realizzato un programma di attivitaà da svolgersi durante tutto il 2014. Siamo ormai al primo appuntamento. Si svolgerà infatti il 1° febbraio, presso la chiesa arcipretale, il 26° Concerto di S. Biagio che vedrà ospite, oltre al “S. Biagio”, il coro “Antonio De Vecchi” di Cintocaomaggiore (Ve). Seguirà il 21 marzo l’esecuzione della “Via Crucis” di F. Liszt in un concerto “meditativo” dedicato al periodo pasquale ed il 10 maggio il “Gloria” di J. Rutter con la partecipazione de “I Cantori di Trissino” e del gruppo di ottoni “Vicenza Brass”. Il 28 giugno il coro incontrerà il maestro Fabrizio Barchi per affinare le proprie capacità, avvalendosi di uno dei migliori direttori italiani ed europei con concerto finale. Nel periodo 1-30 luglio, vorremmo proporre agli interessati dei “concerti in azienda”, allo scopo di creare un “ponte” fra cultura del lavoro e cultura musicale. A fine settembre il coro sarà a Sassari per partecipare ad uno dei piu’ importanti festival della musica corale d’Italia e d’Europa per gentile invito degli organizzatori. Proseguiremo con il “Concerto in villa” previsto in Villa Da Porto – Barbaran a Montorso per l’11 ottobre, la “messa-concerto” della prima domenica di avvento il 30 novembre (celebrazione con canti rigorosamente filologici e miniconcerto finale), per concludere il 13 dicembre con il “Concerto Revival” nel quale cercheremo di coinvolgere, facendoli tornare protagonisti, i coristi/e che hanno negli anni contribuito a fare del coro la bella realtà che e’ oggi. In questa occasione ed a chiusura delle manifestazioni, presenteremo un cd “live” tratto da alcune delle migliori esecuzione durante i nostri concerti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Comune di Montorso Vicentino

Redazione web 30-01-2014

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here