Giornata mondiale delle api: festeggiamo le “amiche” della Valchiampo

Giornata Mondiale delle api

«Se l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita». Questa citazione, attribuita senza alcuna fonte ad Albert Einstein, rende perfettamente l’idea riguardo l’importanza dell’imenottero nell’ecosistema. Per sensibilizzare l’opinione pubblica, nel 2017 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha istituito la giornata mondiale delle api, da celebrare ogni 20 maggio.

Festeggiare questa ricorrenza assume maggiore importanza nell’Ovest Vicentino. Sono infatti 1500 le arnie attive in Valchiampo, con gli apicoltori che vengono a portare le loro casette addirittura dal Trentino. Questo perché l’elevata qualità ambientale del bacino del Chiampo permette alle api di produrre mieli di indubbia qualità, più volte premiati a livello nazionale: nel 2012, nove comuni della vallata hanno ottenuto la certificazione De.Co., mentre San Pietro Mussolino è diventato il primo comune “amico delle api”.

Il miele della Valchiampo dunque è un vero e proprio tesoro gastronomico, da tutelare insieme alle piccole “fornitrici” di questa prelibatezza. Ma che vuol dire comune “amico delle api”? Noi del Corriere Vicentino ne avevamo parlato sulla rubrica Foodovest, nel numero di giugno 2020. Rileggilo nel nostro archivio, al link:  https://corrierevicentino.it/archivio/corriere-vicentino/

 

Redazione web
20/05/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui